Avvisi

AVVISO

CONTRIBUTI REGIONALI PER DANNI CAUSATI DAL VENTO IL 5 MARZO 2015

Con L.R.T. 31/2015, pubblicata sul BURT n.14 Parte I del 25.3.2015, è stato stanziato un contributo straordinario per i privati cittadini che hanno subito danni in conseguenza dell'evento metereologico del 5.3.2015.

Ulteriori informazioni ed indicazioni sui requisiti necessari e le modalità di presentazione delle domande sono riportate nel seguente avviso del Sindaco. Clicca qui per reperire il modello di domanda. 

AVVISO PER ADOZIONE DELLE AIUOLE SITE NELLA PIAZZA VITTORIO VENETO IN SATURNIA

Il Comune di Manciano, con deliberazione della Giunta Comunale n. 58 del 14.04.2015 ha fornito indirizzo affinche' privati cittadini o associazioni provvedano alla manutenzione degli spazi verdi siti nella Piazza Vittorio Veneto della frazione di Saturnia.

Chiunque fosse interessato e' invitato a presentare idonea candidatura secondo il modello predisposto.

Il modello per la candidatura e' disponibile presso l'Ufficio Patrimonio o scaricabile dal link in calce al presente avviso.

Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Patrimonio - Sergio Rosso - Tel. 0564-625321

e-mail 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Modello di candidatura

Schema di convenzione

AVVISO

EVENTO CALAMITOSO DEL 5 MARZO 2015 - SEGNALAZIONE E QUANTIFICAZIONE DEL DANNO

A seguito dell’evento atmosferico del forte vento del  5 marzo 2015 il Comune di Manciano ha avviato i procedimenti di segnalazione e del fabbisogno necessario per gli interventi di ripristino degli edifici privati e per gli interventi relativi alle attività economiche e produttive e la relativa quantificazione del danno subito.
I Cittadini e le attività economiche e produttive dovranno segnalare i danni subiti utilizzando le schede di seguito riportate, specifiche per tipologia del bene danneggiato :
• SCHEDA B - Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, completa di relative istruzioni
• SCHEDA C - Ricognizione de i danni subiti dalla attività economiche e produttive, completa di relative istruzioni

Le schede, debitamente compilate, dovranno pervenire al Comune di Manciano – Ufficio protocollo , entro le ore 13 del  10 aprile 2015.

Per informazioni:
Responsabile del Procedimento: Geom. Furio Laghi – Telefono 0564 625347

AVVISO OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA

Con decorrenza 31/03/2015 il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013 ed il successivo art. 25, comma 1, del D.L. n. 66/2014, hanno fissato la decorrenza per gli Enti Locali degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la PA.

In ottemperanza a tali disposizioni, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all'allegato A “Formato della fattura elettronica” di cui al citato DM n. 55/2013.

Inoltre, trascorsi 3 mesi dalla suddetta data (e quindi 30 giugno 2015) questa Aministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, di fatture precedentemente emesse non in formato elettronico.

Allo scopo questa Amministrazione ha individuato i propri uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche inserendoli nell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che ha provveduto a rilasciare per ognuno di essi il Codice Univoco Ufficio. Il codice predetto è un'informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l'identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI), gestito dall'Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all'ufficio destinatario.

Per quanto sopra premesso, si comunica il Codice Univoco Ufficio al quale  dovranno essere indirizzate, a far data dal 31 marzo 2015, le fatture elettroniche per ciascun contratto in essere è riportato  nell’allegato “Codici Univoci Uffici Comune di Manciano


In aggiunta al Codice Univoco Ufficio, gli elementi obbligatori da indicare nella fattura sono quelli previsti dal D.M. n. 55 del 03 aprile 2013.

La fattura deve contenere i seguenti elementi:

  • CODICE UNIVOCO dell'Ufficio di riferimento (vedi sopra)
  • il numero della fattura;
  • la data di emissione della fattura;
  • il nominativo del creditore;
  • il codice fiscale del creditore;
  • l’oggetto della fornitura;
  • l’importo fatturato al lordo dell’IVA;
  • eventuali altri oneri inseriti in fattura;
  • l’eventuale rilevanza ai fini IVA per il Comune;
  • la scadenza della fattura;
  • il numero dell’impegno di spesa comunicato ai sensi dell’articolo 191, comma 1, 2° periodo, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267;
  • il codice identificativo gara (CIG) di cui all’articolo 3, comma 5, della legge n. 136/2010, se obbligatorio;
  • il codice unico di progetto (CUP) di cui all’articolo 11 della legge n. 3/2003, se obbligatorio;
  • eventuali altre informazioni necessarie;

Infine si comunica che le “Specifiche operative per l'identificazione degli uffici destinatari di fattura elettronica” sono pubblicate sul sito www.indicepa.gov.it e la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio (SDI) è disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it.

Per ulteriori informazioni e' possibile chiamare il Servizio Finanziario del Comune: 0564-625321 oppure 0564-625360

AVVISO AI FORNITORI DEL COMUNE DI MANCIANO

IVA - APPLICAZIONE SPLIT PAYMENT

Art. 1, comma 629, lettera b), della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015)

Ricordiamo a tutti i fornitori, che a seguito della Legge di stabilita' n. 190 del 23/12/2014 dal 1° gennaio 2015, le cessioni di beni e prestazioni di servizi poste in essere nei confronti della pubblica amministrazione vanno gestite, tanto dal fornitore che dal destinatario, secondo le regole dello split payment.

Il modello di split payment adottato dal legislatore è circoscritto ai soli rapporti di fornitura di beni e servizi alla pubblica amministrazione. In questo ambito, al cedente/prestatore viene erogato l'importo del corrispettivo indicato in fattura al netto dell'Iva, la quale è corrisposta all'erario direttamente dal soggetto beneficiario della prestazione: è quest'ultimo che, in luogo del fornitore, provvede al versamento dell'imposta secondo le modalità e i termini che verranno fissati con decreto ministeriale. 

Tale nuovo provvedimento riguarda gli acquisti effettuati dagli enti pubblici,  sia che agiscano nelle loro vesti istituzionali che commerciali, ferma restando l'esclusione per gli acquisti in reverse charge, operazioni intracomunitarie e da RSM, operazioni esenti, operazioni di acquisto del margine e per le fatture relative a prestazioni di servizi assoggettati a ritenuta d'acconto.

Lo split payment riguarda le operazioni fatturate dopo il 1° gennaio 2015 ed esigibili successivamente a tale data. Le fatture emesse in data antecedente al 1° gennaio 2015 verranno pagate ai fornitori corrispondendo imponibile e iva  e continueranno  a soggiacere al regime naturale dell'esigibilità differita di cui all'art. 6, comma 5 del DPR 633/72.

Al fine di una corretta gestione del nuovo meccanismo sopra indicato, vi invitiamo ad aggiungere alle vostre fatture che procederete ad emettere la seguente dicitura:

“Scissione dei pagamenti– Art. 17-ter del Dpr n. 633/1972”.                                        

IL RESPONSABILE SERVIZI FINANZIARI

D.ssa Margherita Guastini