Denuncia di nascita

Dichiarazione di nascita - iscrizione nei registri dello Stato Civile della dichiarazione di nascita di figlio legittimo o naturale

La dichiarazione può essere resa da uno dei genitori, da un procuratore speciale, dal medico, dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, rispettando la volontà della madre che eventualmente non voglia essere nominata:
- entro tre giorni dalla nascita alla Direzione Sanitaria dell'ospedale o casa di cura in cui  è avvenuto l'evento
- entro dieci giorni dalla nascita, all'Ufficiale di Stato Civile del Comune o Delegazione in  cui è avvenuto l'evento o al Comune o Delegazione di residenza dei genitori.

Nel caso in cui gli stessi risiedano in Comuni diversi, la dichiarazione può essere resa, secondo il preventivo accordo tra essi, in uno dei due Comuni, ma l'iscrizione anagrafica sarà sempre presso il Comune di residenza della madre.

Attribuzione del nome

Il nome da imporsi al bambino deve corrispondere al sesso e può essere composto al massimo da tre elementi onomastici anche separati.
Tutti i nomi saranno riportati nei certificati di Stato Civile e in quelli anagrafici.

Riconoscimento di nascituro

Può essere effettuato prima della nascita per i figli naturali.

In questo caso la paternità e la maternità saranno già riconosciute alla nascita e ciò semplificherà la procedura per la dichiarazione di nascita, non essendo piu' necessaria la presenza di entrambi i genitori.

L'atto viene redatto dall'Ufficiale di Stato Civile del Centro o della Delegazione, su appuntamento, alla presenza dei futuri genitori, muniti di valido documento di identità.

Dovrà essere prodotto un certificato medico attestante la gravidanza.

Iscrizioni e trascrizioni nei registri di nascita

Nei registri degli atti di nascita vengono anche iscritti e trascritti:

- atti di nascita di italiani nati all'estero, trasmessi da Consolati o Ambasciate italiane
  (d'ufficio o a richiesta di parte)
- decreti per cambiamento di nome o cognome (a richiesta di parte)
- sentenze di rettifica di nome o di sesso (d'ufficio o a richiesta di parte)
- riconoscimento paterno o materno (a richiesta di parte)
- disconoscimento paterno (d'ufficio)
- dichiarazione giudiziale di paternità (d'ufficio)
- attribuzione di cognome paterno (d'ufficio)
- formazione atto di nascita (d'ufficio)
- decreto d'adozione (d'ufficio)
- atto di nascita di adottato straniero (a richiesta di parte)
- atti di nascita di cittadini stranieri (a richiesta di parte).