Divorzio - Riconciliazione

Copia della sentenza di divorzio viene trasmessa d'ufficio dal Tribunale allo Stato Civile del Comune dove il matrimonio era stato celebrato (o trascritto se avvenuto all'estero).

L'Ufficiale di Stato Civile annota la sentenza a margine dell'atto di matrimonio e trasmette la comunicazione ai Comuni di nascita e di residenza degli interessati per le opportune variazioni.

La sentenza di nullità di matrimonio, una volta emessa dal Tribunale ecclesiastico, per acquistare valore agli effetti civili, deve essere dichiarata efficace dalla Corte di Appello competente che, successivamente, provvederà a trasmetterla al Comune dove è avvenuto il matrimonio.

All'estero

E' possibile rendere efficace nel territorio nazionale la sentenza di divorzio emessa da un Tribunale di uno Stato estero riguardante un matrimonio celebrato o trascritto in Italia.

A questo scopo l'interessato, o il suo legale rappresentante, dovrà presentare all'Ufficiale di Stato Civile italiano competente una richiesta di trascrizione della sentenza.

Il cittadino italiano, residente all'estero, potrà eventualmente presentare la documentazione all'Autorità Diplomatica Italiana, che provvederà ad inoltrarla all'Ufficio di Stato Civile italiano competente.

Alla domanda dovrà essere allegata copia della sentenza, divenuta esecutiva, debitamente tradotta e, se occorre, legalizzata dalla nostra autorità diplomatica.

Riconciliazione dei coniugi

I coniugi legalmente separati che si siano riconciliati possono dichiarare congiuntamente questa loro volontà all'Ufficiale di Stato Civile.