Ambiente, alla sagra della fragola raccolti 2945 chili di rifiuti

In occasione della 41esima sagra della fragola che si è svolta a Marsiliana lo scorso 24, 25, 26, 27 maggio è stato predisposto ed attuato da parte dell’amministrazione comunale e grazie alla collaborazione fattiva del gestore Sei Toscana, uno specifico sistema di gestione rifiuti, mirato a conciliare le esigenze dei visitatori e della cittadinanza residente e a favorire la raccolta differenziata presso le utenze commerciali fisse ed ambulanti. Tale sistema si è basato su bidoni stradali, destinati alla raccolta delle frazioni differenziate (carta e multimateriale) e dell’indifferenziato, ubicati in punti strategici dell’area dedicata alla sagra; raccolta “a presa” per la carta (sfusa) e multimateriale (bidone) presso le principali utenze commerciali fisse e presso gli stand degli organizzatori dell’evento, nell’area di distribuzione delle fragole; raccolta “a presa” per le frazioni differenziate (carta e multimateriale) presso gli ambulanti. Questo piano ha consentito di raccogliere circa 2945 chili di rifiuti, di cui 365 chili di carta; 1200 chili di multimateriale; 1380 chili di indifferenziato per un’incidenza del 59,25% di raccolta differenziata rispetto al totale raccolto. “Un risultato eccellente – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Manciano, Daniela Vignali - vista anche la strutturazione dell’evento, il notevole afflusso di avventori e le eterogeneità di servizi da implementare sul posto. Organizzare eventi nei luoghi pubblici significa anche mettere a punto un piano strategico per la gestione dei rifiuti. La grande mole di materiale di scarto di ogni genere, in occasioni come queste, vanno gestite secondo criteri ben precisi, in un’ottica di risparmio e a tutela dell’ambiente. Il nostro Comune sta lavorando prima di tutto sull’educazione e la sensibilizzazione della comunità, a partire dalle scuole, per un corretto smaltimento dei rifiuti, sia che derivi dalle abitazioni private, sia da luoghi pubblici. Quello che ci preme di più – conclude Vignali - è far passare il messaggio che il rifiuto abbia una seconda vita, una seconda chance ed è bene che tutti si impegnino affinché la pratica dello smaltimento dei rifiuti sia razionale e ben fatta”. “Anche con la sagra della fragola – parla il sindaco di Manciano, Mirco Morini – abbiamo puntato l’attenzione sull’ambiente. Tra i nostri obiettivi c’è quello di far diventare Manciano e le sue frazioni un comune modello dal punto di vista della gestione dei rifiuti. Nello specifico, durante la sagra della fragola, di grande attrattiva per i visitatori, sono stati raccolti circa 3 tonnellate di rifiuti differenziati secondo le normative. Un risultato importante e un modello positivo per tutti i cittadini”.