Elicicoltura, Manciano vola a Cherasco per scoprire le tecniche di innovativi allevamenti di lumache

Il Comune di Manciano ha rappresentato la Maremma al 47esimo incontro internazionale di elicicoltura e al 13esimo “Festival della chiocciola in cucina” in programma durante lo scorso fine settimana a Cherasco, in provincia di Cuneo in Piemonte. Questo evento, organizzato quando la stagione dell’elicicoltura vive il suo culmine, è una vetrina dedicata a tutti gli operatori, gli appassionati ed i curiosi per mostrare l’incredibile capacità del settore di rinnovarsi ed arricchirsi. Il disciplinare prodotto dall’istituto internazionale di elicicoltura di Cherasco conferisce alle chiocciole da allevamento il prestigioso titolo di Chiocciola Metodo Cherasco: è semplice ma impegnativo da rispettare. Il metodo si ispira in maniera ortodossa alle leggi della natura e, per questo, non sono concesse alternative ad un modello all’aperto, senza intervento umano che crei il riparo dalle condizioni del tempo: sole, pioggia, neve e vento fanno la selezione degli animali che arriveranno nelle cucine di chef a cui è affidato il compito di preservare le ricette della tradizione culinaria regionale. Questo metodo offre la possibilità di intraprendere l’attività di allevamento e dello sfruttamento del territorio attraverso lo sviluppo di una filiera che va dalla produzione primaria al mondo del beauty. Il Comune di Manciano crede fortemente in questo metodo e in questo evento e ha partecipato convintamente alle giornate in Piemonte per conoscere più da vicino il mondo legato all’elicicoltura sotto ogni punto di vista: da quello ambientale a quello agricolo, da quello gastronomico a quello economico. “Questi giorni trascorsi a Cherasco – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Manciano, Daniela Vignali – ci hanno dato modo di approfondire la conoscenza sull’elicicoltura, grazie alla spiegazione di passaggi teorici e tecnici necessari all’avvio di un allevamento secondo il disciplinare Chiocciola Metodo Cherasco. Nel mancianese è presente un’azienda agricola leader a livello nazionale che alleva chiocciole, ‘I Poderi’ di Andrea Pepi, e sempre nell’ottica di lavorare per sostenere le eccellenze, l’amministrazione comunale è vicina alle realtà produttive agricole e zootecniche, nel rispetto dell’ambiente circostante”. “Quella di Cherasco – parla il sindaco di Manciano, Mirco Morini – è stata un’occasione importante non solo per apprendere metodi nuovi in merito agli allevamenti di chiocciole ma anche un’opportunità di fra conoscere la nostra Maremma e i suoi allevamenti in un’altra regione. Cherasco, infatti, è la vetrina più importante per l’elicicoltura ed è la prima volta che un’amministrazione comunale di Manciano voli in Piemonte a sostegno delle nostre aziende locali di questo settore”.