“La notte del dono e del baratto”, musica e teatro

Tre giornate di arte, musica e spettacolo a Manciano. Da venerdì 19 a domenica 21 luglio a Manciano sono in programma alcuni spettacoli che caratterizzeranno l’anteprima della 13esima edizione del festival “A veglia teatro del baratto” e si svolgerà “La notte del dono e del baratto”. “Il borgo – spiega la direttrice artistica dell’evento, Elena Guerrini - verrà abitato da artisti di strada, ci saranno presentazioni di libri, spettacoli di teatro, musica, letture, pillole di filosofia, lezioni di yoga della risata per riscoprire il piacere di donare e scambiare oggetti senza il vincolo del denaro. Infatti, tutti gli appuntamenti saranno a baratto: i performer porteranno la loro arte e i loro saperi e gli spettatori verdure, uova, olio, racconti, dolciumi e tutto quello che ognuno vorrà donare. Ogni artista avrà, al posto del cappello, una cassetta e una lista per la spesa perché qui a Manciano con la cultura si mangia”. In particolare, “La notte del dono e del baratto”, in programma sabato 20 luglio, è ideata e diretta da Elena Guerrini, insieme all’associazione culturale Creature Creative, con la collaborazione del Comune Manciano, Consulta per il sociale e per le politiche giovanili, Arci Manciano e gli albergatori e ristoratori del mancianese che donano camere e pasti agli artisti. “Stiamo lavorando intensamente anche quest’anno – afferma la presidente della Consulta per il Sociale e le politiche giovanili, Cinzia Tomassoli – insieme a tutti ragazzi per realizzare questo evento che coniuga sociale e cultura. Attraverso la pratica del baratto, che può essere estesa in molteplici situazioni, la comunità può giovarne sia in senso pratico, come ottenere oggetti desiderati e quindi entrare nell’ottica della cooperazione e del mutuo aiuto, sia promuovere i prodotti locali del nostro territorio e non da ultimo, può riciclare vecchi oggetti e fare così del bene all’ambiente. Ringrazio la vice presidente della Consulta Elga Rossi e Beatrice Lombardi”.

 

ECCO I NUMERI - Nella tre giorni è compreso 1 mercato del dono e del baratto, 4 presentazioni di libri, 4 performance artistiche per pochi spettatori alla volta in vetrine di negozi, 5 spettacoli di teatro, teatro ragazzi, teatro comico, teatro sociale di narrazione, 1 parata di strada con trampoli e mangiafuoco, 3 gruppi musicali locali e 1 presentazione del corso di Yoga della risata. Come sempre, gli spettatori potranno portarsi la sedia da casa.

 

“Anche per questo 2019 - parlano il sindaco di Manciano Mirco Morini e l’assessore al Sociale, Valeria Bruni – Manciano diventa la capitale della cultura, con il teatro di sperimentazione e popolare e del sociale. Il baratto ritorna nei paesi e nelle città come pratica di scambio di mutuo aiuto. Grazie alla direzione di Elena Guerrini e al contributo dei cittadini che fanno di questo borgo un punto di riferimento non solo in Toscana ma anche fuori dei confini regionali. Sempre più spesso, oggi, abbiamo bisogno di iniziative che creino rete all’interno delle comunità in cui viviamo. La notte del dono e del baratto è una di queste. In prima linea ci sono i commercianti che hanno preparato pacchi di marmellate, olio, vino, miele da comprare e da donare agli artisti, per un’economia circolare diffusa dove l’arte nutre il territorio e il territorio nutre l’arte”.

 

PROGRAMMA

 

Venerdì 19 luglio alle ore 19 in via Marsala 52 Elena Guerrini con “Rebirth room 9m”, Elena Bastagi con “Senza titolo (gioco di parole)” e Tanita Spang con “Performing art”. Alle 21.30 in piazza della Rampa Francesca Guercio con “Essere e non, cura e sapere di sé attraverso le pratiche teatrali”, dialogo con Francesca Lotti con letture di Elena Guerrini e la partecipazione di Federico Levy e Andrea Arrighi.

 

Sabato 20 luglio dalle 17.30 mercato del baratto: espositori potranno barattare i loro oggetti come libri, vestiti, borse, etc etc. Alle 18, la vetrina di un negozio in via Marsala accoglierà tre donne performer, Tanita Spang, Elena Bastogi ed Elena Guerrini che intratterranno il pubblico, pochi spettatori alla volta, con brevi performance. Sempre alle 18 Dominique Tahay “Iniziazione allo Yoga della risata” e Igi Meggiorin presenterà uno spettacolo per tre spettatori alla volta “Optica Trotsky”. Alle ore 18.30 in piazza della Rampa, Massimo Leoncini con “Extintion Rebellion (XR)”, dialogo sulla lotta non violenta contro il cambiamento climatico. Alle 19 Chiara Rapaccini “Rossa” con letture di Elena Guerrini (presentazione libro) e a seguire vignette a baratto. Alle 20 in piazza della Rampa, Vasco Mirandola “Non urlare che mi rovini il prezzemolo” (teatro comico e presentazione libro). Alle 21 in piazzetta Giordano Bruno, Compagnia Garbuggino Ventriglia “Il Principe felice” di Oscar Wilde (teatro per grandi e piccini). Alle 22 sotto l’arco de Le Muretta, Francesco Riva con DisLessia…dove sei Albert?” (teatro di narrazione e presentazione libro). Alle 23 lungo via Marsala, Teatro Nucleo con “Eretica”, (spettacolo itinerante con musica, trampoli, numeri di fuoco, azioni poetiche). Sabato tre band musicali Blues Reverse (blues), Mediterranea (combat folk) e Badilanti (popolare) si esibiranno insieme e a baratto (ciò che verrà loro donato sarà destinato dalla Consulta alle famiglie bisognose: alle 18 in via Marsala 126; alle 18.45 in via Marsala 106; alle 19.30 in via Marsala 55. Durante la manifestazione in mostra i disegni di Micha Bandini sul tema del dono e del baratto nelle vetrine di via Marsala e postazione Radio 2000 sotto piazza della Rampa.

 

Domenica 21 luglio alle ore 11.30 in enoteca Manciano 444 teatrosofia, dialogo sul bullismo e preparazione di un nuovo spettacolo di Francesco Riva con lo psicoterapeuta Andrea Arrighi. Alle 20.45 incontro da Frankino garage e alle 21 a Poderi di Montemerano, due spettacoli con Igi Meggiorin “Clown”, nei giardini di Massimo e Lory e a seguire Vasco Mirandola “Dal Superbo al superfluo”.

 

Ci sono ancora posti per artisti che vogliono esibirsi e per gli espositori del baratto. E’ possibile contattare il numero 3398512693.