Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Cassero sotto le stelle

Domani, sabato 14 luglio dalle ore 18 in viale Primo Maggio, il Rione Cassero organizza la terza edizione di “Cassero sotto le Stelle”. Una degustazione di vini e birre del territorio con oltre 25 aziende presenti, prodotti tipici, panini a volontà e musica a cura di dj Suono Libero. Sarà presente una delegazione della Fisar per avvicinare gli amanti del buon bere al fantastico mondo del vino. Sarà una serata all'insegna del bere bene e del sano divertimento. Aziende presenti:

Azienda Agricola "Il Torrione"

Antonio Camillo "Vini di territorio"

Azienda Agricola Biologica "Le Murelle"

Azienda Vitivinicola "La Murciaia"

Tenuta Montauto

Azienda Agricola "Erik Banti"

"La Biagiola" Winery

Fattoria Acquaviva

Cantina 8380

Capua Winery

Poggio Aione

Fattoria Mantellassi

Menichetti Maurizio

Azienda Agricola "Cencini"

Poggio la Luna

Poggio Cagnano

Terenzi

Sassotondo

Michele Ventura Vino

Poggio al Tufo

Col di Bacche

Sonno Maurizio

Birrificio La Grada

Tiaso Bioviticoltori Scansano

La Roccaccia

 

Cartoon Village 2018

Un viaggio lungo oltre 30 anni. E’ questa la formula scelta per l’edizione 2018 di Cartoon Village, l’imperdibile appuntamento per tutti gli appassionati di cartoni animati, fumetti, games e cultura pop che dal 20 al 22 luglio si terrà a Manciano, nel cuore della Maremma, in provincia di Grosseto. Tre giorni intensi dedicati a tre decenni: venerdì 20 luglio anni 2000, sabato 21 luglio anni ’80 e domenica 22 luglio anni '90. Ma l’innovativa formula di Cartoon Village non cambia: spettacoli no-stop, laboratori di fumetto, animazione e doppiaggio, incontri con alcuni tra i migliori disegnatori, doppiatori e musicisti dei cartoon nazionali, youtubers, cosplayers, anteprime editoriali e cinematografiche, talk show, mostre di fumetti, mercatino comics&manga, proiezioni, giochi interattivi, concerti e molto altro ancora. E come sempre l’emozione più grande per il pubblico del festival è quella di poter stare per tre giorni gomito a gomito con i protagonisti del mondo della fantasia ed emozionarsi con loro, vivendo le performance sul palco ma anche e soprattutto momenti estemporanei, chiacchierate nei bar con doppiatori e fumettisti o strimpellate improvvisate per i vicoli del paese con i numerosi cantanti di sigle. Azzerare le barriere tra artisti e pubblico è l’unicità di questo festival rispetto ai molti altri eventi di settore ed è per questo che circa 20.000 persone ogni anni scelgono di immergersi nella magica atmosfera di Cartoon Village.

 

Tra i tantissimi appuntamenti in programma:

 

  • venerdì 20 luglioun inedito spettacolo dedicato alla serie "Il meraviglioso mondo di Gumball" preceduto da uno show che vedrà materializzarsi sul palco icone pop degli anni 2000 come Harry Potter, Il Signore degli Anelli, I Pirati dei Caraibi ed i supereroi del gruppo Avengers.

 

  • sabato 21 luglio saranno festeggiati i 40 anni di Ufo Robot, icona degli anni '80. E poi l'imperdibile Cartoonia Music Festival, il concertone delle sigle tv con tutti i cantanti originali di Mazinga, Jeeg Robot, Carletto e i mostri, Ape Maia, solo per citarne alcuni.

 

  • domenica 22 luglio sarà celebrata una delle serie cult degli anni '90: I Cavalieri dello Zodiaco, Inoltre grazie alla partecipazione straordinaria di Cristina D'Avena, sarà possibile cantare a squarciagola alcune delle sigle più celebri di sempre.

 

E ogni giorno muovendosi tra youtubers, cosplayers, mascotte di celebri personaggi animati, sarà possibile tornare indietro nel tempo ed emozionarsi usando i primi prototipi di computer e consolle da gioco provenienti direttamente dagli anni ‘80 e ‘90, oppure vedere un film nel "Cine-Parking" o saltare a bordo dell'auto di Supercar o in sella alla moto dei Chips. Cartoon Village ospiterà anche “La notte dei Mini Oscar”, la serata finale in cui saranno decretati i vincitori del premio legato a Cartoon School, il percorso formativo dedicato alle scuole primarie e secondarie, realizzato in collaborazione con Avis regionale Toscana, Banca Tema, Anteas, Parco Foreste Casentinesi. Cartoon Village è organizzato dall’Associazione Koete, con il contributo del Comune di Manciano, Banca Tema, Terme di Saturnia, in collaborazione con il Comune di Manciano, la Consulta giovani di Manciano, Cartoon Club e Rimini Comics ed il patrocinio Patrocinio del Comune di Manciano e della Provincia di Grosseto.

 

“Un evento importante – parla il sindaco di Manciano, Mirco Morini che trasforma per tre giorni Manciano come se fosse dentro a un cartone animato. Questo evento, prezioso e sempre in crescita, ospita artisti di livello nazionale ed internazionale ed accoglie migliaia di amatori del genere animazione. Per noi è un grande onore essere la cornice naturale di questo festival che da sempre promuove il nostro territorio fuori dei confini regionali”. “Grandi e piccini – spiegano il consigliere delegato alla Cultura Sergio Pietretti e l’assessore alle Politiche giovanili Valeria Bruni – saranno coinvolti a 360 gradi e vivranno il nostro borgo in un set di fumetti e cartoni insieme a grandi personaggi del mondo del doppiaggio e del disegno animato. Per Manciano, questo festival, rappresenta un appuntamento importante dell’estate, fondamentale dal punto di vista turistico e culturale”.  “Cartoon Village non è solo un festival ma è un’esperienza umana e artistica unica – spiega il direttore artistico Mirko Fabbreschi. Come non accade in nessun altro evento di questo genere, gli artisti ospiti vivono per tre giorni insieme alla gente, abbattendo ogni barriera tra chi i cartoni li realizza e chi li ama. Tanto è vero che esiste un ricchissimo programma di spettacoli sul palco principale ma come sempre la parte migliore di Cartoon Village sono i continui concerti improvvisati sulle panchine oppure i disegni estemporanei sui tavoli dei bar da parte di illustri fumettisti”. “Anche quest’anno – parla Francesco Santioli, presidente dell’associazione culturale Koete - il festival sarà una tre giorni in cui confluiranno tutti i progetti realizzati durante l’anno dall’associazione Koete. Tra questi ci sono Cartoon School (che ha coinvolto circa 20 scuole su tutto il territorio nazionale), Libri nel Tubo (realizzato in 4 scuole e altrettante biblioteche della Regione Toscana) e la prima sperimentazione italiana di Campus Cartoon School in provincia di Pisa, nel comune di Capannoli. Questa progettualità, che ha coinvolto quasi un migliaio di ragazzi, vedrà la sua conclusione dentro al festival Cartoon Village, ormai sintesi delle attività dell’associazione che ho l’onore di presiedere”. “Siamo presenti – parla il presidente di Banca Tema, Valter Vincio – anche quest’anno con questa importante esperienza che coinvolge l’intero territorio. Banca Tema sostiene l’iniziativa fin dalla sua nascita e che dà spazio ai ragazzi con Cartoon School, una vetrina importante per vedere gli studenti all’opera sul campo”.

 

Ambulanza 118 Blsd per l’estate a Saturnia

Dal mese di luglio fino a tutto settembre, la frazione turistica di Saturnia, nel comune di Manciano, sarà dotata di un’ambulanza 118 Blsd della Misericordia di Manciano. L’iniziativa è stata intrapresa e realizzata dall’amministrazione comunale di Manciano in collaborazione con il dipartimento Emergenza Urgenza dell’Asl Sud Est Toscana, con la Misericordia di Manciano e con Banca Tema che fornirà i locali per la postazione. L’iniziativa - spiega il sindaco di Manciano, Mirco Morini - è stata proposta e realizzata dalla nostra amministrazione con lo scopo di potenziare il servizio di emergenza-urgenza 118 sul territorio comunale, soprattutto nei mesi in cui abbiamo più affluenza turistica nel territorio. Questa postazione Blsd mobile, che avrà sede presso la frazione di Saturnia, garantirà una maggior copertura sanitaria alla cittadinanza del nord del comune e anche ai numerosi turisti presenti in zona, soprattutto nell’area termale”. “La postazione Blsd estiva - commenta Luca Giorgi, consigliere comunale con delega alla Sanità - è stata fortemente voluta per cercare di dare una più veloce e pronta risposta alle esigenze socio-sanitarie del territorio comunale, specie in quelle zone a nord del comune di Manciano che sono più distanti per essere raggiunte in breve tempo dall’ambulanza d’emergenza 118   medico/infermieristica che stazione nel capoluogo di Manciano. L’ambulanza Blsd è una ambulanza operante senza sanitario ma con del personale tecnico soccorritore preparato della Misericordia, addestrato al soccorso avanzato e all’utilizzo del defibrillatore Dae per la rianimazione. Il suo scopo – continua Giorgi - è un primo intervento tempestivo su un evento anche critico che veda prestare subito il primo soccorso nell’attesa che arrivi l'automedicalizzata o l’ambulanza medicalizzata, cercando di ridurre i tempi di intervento. La postazione Blsd sarà operativa tutti i giorni da luglio a tutto settembre, dalle 14 alle 20. Teniamo a precisare – conclude Giorgi - che è dal 2005 che Saturnia non usufruiva più durante il mese estivo di questo servizio, da qui l’importanza e l’impegno per ripristinarlo”. “Siamo soddisfatti per questa iniziativa – aggiunge Marcello Santarelli, governatore della Misericordia di Manciano - raggiunta in accordo con Asl, Banca Tema e Comune. Un’iniziativa che la nostra Misericordia reputa importante per il potenziamento del servizio sanitario d’emergenza sul territorio comunale di Manciano. La Misericordia di Manciano metterà a disposizione tutta la sua professionalità tecnico/operativa con personale altamente formato e mezzi ed attrezzature nuove”. “Ringrazio il direttore Deu dell’Asl Sud Est Toscana Massimo Mandò - conclude il sindaco Mirco Morini -, il direttore della Centrale 118 Siena-Grosseto Giuseppe Panzardi, il governatore della Misericordia di Manciano Marcello Santarelli e il presidente della Banca Tema Valter Vincio per la disponibilità dimostrata per la realizzazione di questo progetto socio-sanitario, ideato per migliorare la qualità di vita in termini sanitari dei nostri cittadini e delle migliaia di turisti che sono presenti nel nostro territorio”.

Conferenza zonale, l’autismo nei bambini al centro della formazione per insegnanti ed educatori

Si è concluso il ciclo di incontri formativi organizzati dalla zona dell’Educazione e dell’Istruzione delle Colline dell’Albenga (progetto della Regione Toscana per la programmazione unitaria degli interventi dei Comuni e delle Unioni di Comuni in materia di educazione, istruzione, orientamento e formazione che contribuiscono a rendere effettivo il diritto all'apprendimento per tutto l'arco della vita dell’individuo) e rivolti ad insegnanti ed educatori della fascia zero-sei anni, il cui presidente è Fiorenzo Dionisi, assessore all’Istruzione del Comune di Manciano. Il piano di formazione è stato finanziato con   fondi   della   Regione   Toscana ed è stato inserito nel Pez (progetti educativi zonali) 2017/2018. Fin dal 2013, la formazione della zona ha dato spazio alla tematica dell’autismo e ai disturbi dello sviluppo, ponendosi come   obiettivo   ambizioso   quello   di rappresentare   un   punto   di   riferimento e un supporto specialistico per tutti gli educatori ed insegnanti che operano negli otto comuni della zona (Capalbio, Isola del Giglio, Magliano in Toscana, Manciano, Monte Argentario, Orbetello, Pitigliano, Sorano). La particolare attenzione data alla tematica dell’autismo è stata finalizzata a fornire agli operatori conoscenze utili all’individuazione di segnali precoci di tale disturbo per poter intervenire tempestivamente. E’ stato proprio questo il tema dell’ultima lezione tenuta dal dottor Antonio Narzisi, psicologo clinico, dell’istituto di ricovero e cura Stella Maris con   il   corso   dal   titolo:   “Il profilo sensoriale nei bambini con disturbo dello spettro autistico: strumenti per conoscere, capire ed intervenire”. Oltre a questa tematica, durante tutto l’anno didattico le insegnanti e gli educatori si sono impegnati nel progetto di ricerca in collaborazione con l’Irccs Stella Maris sul “Coping   power   program”,  con   la   supervisione   del   professor   Pietro   Muratori   e   la dottoressa   Consuelo   Giuli,  seguendo   una  programmazione  mirata  alla  prevenzione delle   problematiche   comportamentali   in   età   prescolare. Il presidente   della   conferenza zonale Fiorenzo   Dionisi desidera rivolgere un ringraziamento particolare alle dirigenti scolastiche Anna Maria Carbone (istituto comprensivo Pietro Aldi di Manciano) e   Roberta Capitini (istituto comprensivo Guelfo Civinini di Albinia) per il loro contributo alla formazione e per aver aderito a questa iniziativa proposta dal coordinamento zonale. “La numerosa partecipazione di insegnanti ed educatori della nostra zona alle iniziative formative, è un segnale di  forte  attenzione  di tutti gli operatori alla qualità dei servizi rivolti ai piccoli della fascia zero-sei anni che ci rende orgogliosi”. Questo il commento del presidente della conferenza zonale, Fiorenzo Dionisi, già a   lavoro   per   la   stesura   del   nuovo   piano   educativo   zonale   2018/2019   che   sarà approvato a breve dalla conferenza zonale Colline dell’Albegna.

 

Il brigante maremmano Tiburzi “arriva” a Manciano

Un pomeriggio dedicato alla storia del brigante Domenico Tiburzi, raccontata in ottava rima da Giuseppe Bellucci con il contributo di Mariangela Serra nel libro “Da Cellere a Capalbio”, edito da Archeoares. L’appuntamento è per venerdì 22 giugno alle ore 17.30 alla biblioteca comunale “Antonio Morvidi” di Manciano. Il volume rievoca le gesta del leggendario fuorilegge maremmano. “Sono trascorsi oltre cento anni dalla scomparsa di Tiburzi - si legge nella descrizione - ma lui rimane per tutti la leggenda vivente della Maremma. Si racconta che nelle notti di luna piena, battute dal vento gelido di tramontana, a cavallo di un argenteo sauro maremmano, il ‘re di Montauto e del Lamone’ guadi ancora il fiume Fiora in cerca di un rifugio, in cerca di pace, in quelle macchie sperdute che l'avevano visto dominatore incontrastato nella sua vita avventurosa ed errabonda, durata ben ventiquattro anni. Anni difficili che vanno dalla fuga dalle saline di Tarquinia (1872), alla morte nel casale delle Forane presso Capalbio (1896), senza considerare il periodo trascorso in libertà dall'omicidio di Angelo del Buono (24 ottobre 1867) alla sua cattura (15 settembre 1868), in piena epoca pontificia. Un brigante vissuto tra ‘due regni’, come ci piace ricordarlo, da Pio IX, sovrano dello Stato della Chiesa a Vittorio Emanuele II, re d'Italia”. L’introduzione è di Romualdo Luzi, il disegno di copertina e le illustrazioni interne sono dell’autore.

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    124