Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Voci di donne: Alda Merini, il canto poetico della follia. Libia Teti, mancianese, il sussurro dell’accoglienza

Giovedì 31 marzo alle ore 21 al Nuovo cinema Moderno in programma lo spettacolo “Voci di donne: Alda Merini, il canto poetico della follia. Libia Teti, mancianese, il sussurro dell’accoglienza”. Un percorso tracciato da Stella Morucci e Stefania Buccioni per la ricerca ed esecuzione musicale di Michele Santinelli, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Manciano, in cui viene raccontata la vita oltre i cancelli dell’istituto psichiatrico Paolo Pini di Affori, quartiere di Milano. Alda Merini, 34enne, affetta da schizofrenia bipolare, una malattia che oggi viene curata con i regolatori dell’umore, lancia il suo grido che diviene il canto poetico della follia. Nella clinica privata Bellosguardo di Roma, altre voci doloranti, inquiete, confuse sono accolte da Libia Teti, mancianese, operatrice sanitaria. Suo è il dono delle donne della nostra terra: forza, equilibrio, carità, grazia. 

Sindaco Galli: “Un premio importante non solo per l’azienda ma per tutto il territorio”

Il sindaco di Manciano Marco Galli, a nome di tutta l’amministrazione comunale, si complimenta con Riccardo Lepri, titolare dell’azienda agricola “Vini Montauto” per aver ottenuto il prestigioso riconoscimento “Concours Mondial du Sauvignon” con il vino “Enos 1”. “Siamo orgogliosi – commenta il sindaco di Manciano Galli – che questo prezioso premio sia stato conferito a un’azienda di Manciano. Un riconoscimento importante per tutto il territorio. Sono sicuro – continua Galli – che il riconoscimento ottenuto con il vino Enos 1, che prende il nome del nonno di Riccardo, è frutto di tanti sacrifici e duro lavoro fatto negli anni. Questo importante risultato, che dà lustro all’azienda e fa da stimolo per tutto il territorio, porta in alto e nel mondo il nome di Manciano”.    

Motocavalcata della Valle del Fiora

Quella di domani (20 marzo) sarà una domenica all’insegna della natura e dello sport. E’ in programma la quarta edizione della Motocavalcata della Valle del Fiora. Un percorso, dalla difficoltà medio-alta, con tratti hard bypassabili, per moto enduro in regola con il codice della strada. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Manciano, “il quale – come afferma il sindaco di Manciano, Marco Galli – è sempre pronto a sostenere iniziative dedicate agli amanti dello sport e della natura e che arricchiscono tutto il territorio, sotto ogni punto di vista: da quello commerciale a quello turistico, a quello economico”. “La motocavalcata della Valle del Fiora – commenta l’assessore comunale al Turismo, Giulio Detti - è un evento che sta diventando sempre più importante per gli appassionati delle due ruote, che per l’occasione arrivano in Maremma da tutta Italia. E’ un piacere ospitare la partenza e l’arrivo a Manciano. Ringrazio gli organizzatori e tutti i volontari che con il loro impegno rendono possibile l’organizzazione di eventi di questo tipo che fanno bene a tutto il nostro territorio”. “Anche in questa edizione – parla uno degli organizzatori, Paolo Garbati – sarà all’insegna del divertimento. Il percorso, composto solamente dal 2% di strada asfaltata, è indicata per piloti dalla preparazione elevata non dunque per principianti. Come negli scorsi anni, gli iscritti vengono da tutta Italia. E’ previsto ristoro e rifornimento a metà percorso grazie all’aiuto di volontari e della Misericordia di Manciano”.   

Presentazione del calendario eventi 2016

Mercoledì pomeriggio, 23 marzo alle ore 15.30 al Nuovo cinema di Manciano sarà presentato il calendario eventi 2016. In questa occasione, sarà consegnato il calendario a tutti gli operatori turistici, alle associazioni, ai partecipanti al contest fotografico e ai cittadini presenti, all’interno del quale sono segnalate tutte le iniziative e tutti gli appuntamenti sul territorio. “Uno strumento utile – spiega il sindaco di Manciano Marco Galli – che aiuta le strutture ricettive a informare il turista delle iniziative del posto. Solo con la collaborazione di tutte le forze è possibile realizzare progetti importanti come questo”. Anche l’assessore al Turismo, Giulio Detti si pone sulla stessa linea: “La passione delle associazioni e dei volontari, la capacità di programmare e organizzare del Comune, il lavoro dell’Osservatorio turistico di destinazione, la partecipazione dei cittadini e la grande volontà collettiva ci ha portato ad avere il calendario eventi più bello di sempre. In occasione della presentazione ufficiale del calendario, spiegherò le iniziative una per una. Ogni evento è un piccolo sogno che si realizza”.

 

Nasce un centro di aggregazione per giovani

La Consulta giovani di Manciano e la Consulta per il sociale hanno sviluppato un progetto per creare, all’interno dell’ex mattatoio in via Circonvallazione sud, un centro di aggregazione per i giovani. Lo scopo del progetto è realizzare un luogo dove generazioni diverse possano incontrarsi, confrontarsi e integrare le proprie conoscenze ed esperienze. Per fare questo i volontari delle consulte chiamano a rapporto la cittadinanza. “Stiamo cercando attrezzi e mobili – spiegano la presidente della Consulta giovani di Manciano, Beatrice Lombardi e la presidente della Consulta per il sociale, Cinzia Tomassoli – per creare uno spazio condiviso, aperto a tutti. Vorremmo costruire una piccola officina, un laboratorio artigianale, una sala prove, una sala disegno e scrittura, un’area informatica e un’area wi-fi gratuito. Per realizzare tutto questo – continuano – cerchiamo donatori di tavoli ordinari e tavoli da disegno, attrezzi, fogli, penne, carta”. Le consulte, così, hanno lanciato l’appello “Hai qualcosa da buttare? Faccelo riusare!” affinché le cose in disuso possano avere una nuova vita importante per il paese. Per questo, è possibile contattare gli organizzatori al 329-6221089 e il 366-4400946. “Sono orgoglioso – spiega l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Manciano, Andrea Teti - e soddisfatto dello spirito con cui la Consulta dei giovani e quella del sociale collaborino tra loro. Questa iniziativa è stata concepita e costruita sulla base di un principio virtuoso, per noi molto importante, legato al concetto del riuso. Il riuso è la vera alternativa alla pratica dell’usa e getta. In controtendenza all’abitudine, sempre più diffusa, di disfarsi di ciò che è vecchio o ingombrante, anche quando può essere recuperato o semplicemente rimesso in circolazione. Seguendo questo principio intendiamo arredare e rendere più accogliente il centro d’aggregazione, individuato nello stabile dell’ex mattatoio, a cui stiamo lavorando. In cantiere ci sono molti progetti interessanti e alcuni di essi sono pronti a partire come lo sportello a disposizione per le vittime di violenza con l’ausilio di una psicologa, un appoggio/magazzino per il progetto della mensa sociale, laboratori d’artigianato, uno spazio aperto a tutti, dedicato alla realizzazione dell’allestimento per gli eventi locali, corsi dedicati ai giovani e agli anziani. I più giovani, per esempio, - continua Teti - aiuteranno gli anziani a prendere confidenza con le nuove tecnologie. Insomma, c’è molto lavoro da fare. E per portarlo a termine c’è bisogno dell’aiuto di tutti. L’obiettivo è quello di valorizzare l’associazionismo e il volontariato locale, fare rete tra le istituzioni e le associazioni, creare interscambio tra generazioni diverse e restituire uno spazio come quello dell’ex mattatoio alla comunità come valore aggiunto e offrire nuove opportunità. Le porte sono aperte a tutti e le consulte faranno da ponte tra il tessuto associativo locale e l’amministrazione, oltre ad occuparsi della logistica e dell’organizzazione generale delle attività che si svolgeranno nell’ex mattatoio. Terminato l’allestimento – conclude l’assessore Teti - procederemo con l’inaugurazione e la presentazione delle varie progettualità”. 

 

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    114