Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

La promozione territoriale si fa con uno scatto da cellulare

Centosettantaquattro post, mille e 155 seguaci e 817 persone seguite. Questi sono i numeri, rilevati in queste ore, destinati a crescere minuto per minuto, di Igers Grosseto: l’account ufficiale per la community Igers (Instagramers, per esteso) della provincia di Grosseto dell’associazione Igersitalia. Un progetto che il Comune di Manciano ha subito sposato come mezzo di comunicazione e promozione territoriale attraverso le immagini. “Siamo uno dei primi enti - spiega l’assessore alla Cultura, Giulio Detti - che ha pensato ad una collaborazione di questo tipo con gli appassionati di Instagram e sono certo che sarà molto importante in termini promozionali. Instagram è uno strumento di condivisione fotografico molto popolare e con numeri in grande ascesa, visto che sono oltre 4 milioni gli utenti italiani registrati. È un’applicazione gratuita che permette agli utenti di scattare foto, applicare filtri e condividerle su numerosi social network. In questa direzione, la comunità di Instagramers, nazionale, regionale e provinciale segue i principali eventi che si svolgono sul nostro territorio, producendo uno streaming fotografico molto importante per la promozione degli eventi stessi e del contesto in cui si svolge. Tutto il materiale prodotto viene diffuso attraverso i canali ufficiali della comunità a livello nazionale, di fatto dando risalto su grande scala a tutte le nostre iniziative locali”. “Per la comunità Instagramers Grosseto – spiega la local manager Igers Grosseto Chiara Beni - questa è una importante occasione di crescita e di sviluppo delle attività. Siamo una community ancora giovane, (supportati da altri due local manager Fabrizio D’Ascenzi e Nicola Carraresi) ma con obiettivi ben precisi e in cui crediamo fermamente: promuovere il territorio della provincia di Grosseto attraverso la mobile photography (foto da cellulare) e farlo conoscere al di fuori dei confini regionali grazie all’attività di una associazione accreditata e strutturata. Siamo molto felici che il Comune di Manciano abbia creduto in questo progetto e ne condivida gli obiettivi e non vediamo l’ora di portare il nostro contributo, digitale e non, per la valorizzazione, attraverso la comunicazione, delle sue attrattive turistiche”. La comunità Igers, appassionata di scatti fotografici da cellulare, condivide questa passione organizzando passeggiate, uscite fotografiche e partecipa agli eventi sul territorio, per poi, immortalarli in uno scatto da condividere con tutto il mondo.  

Le scuole di Manciano si rifanno il look

Il Comune di Manciano ha investito 180mila euro per rimettere a nuovo le scuole elementari e medie dell’istituto comprensivo “P. Aldi”. Di questi 180mila euro, 140 saranno investiti per la sostituzione di tutti i serramenti esterni. Altre somme, invece, saranno destinate alla realizzazione della pensilina di protezione per ripararsi dalla pioggia fuori dai plessi scolastici e alla manutenzione delle caldaie per il riscaldamento degli ambienti. “Mai prima di ora – spiega il sindaco di Manciano, Marco Galli – è stata eseguita la manutenzione straordinaria dei fabbricati scolastici con una somma così ingente e con un importante progetto di sostituzione di porte e infissi in ogni plesso. Erano ormai troppi anni che non si investiva su un aspetto così rilevante per il comfort degli studenti e degli insegnanti e per dare dignità alla scuola intesa come istituzione. L’amministrazione comunale – conclude Galli – è già al lavoro per dare nuova vita ai plessi scolastici dell’istituto comprensivo Aldi, mentre durante le prossime vacanze estive sarà la volta della manutenzione delle caldaie”.       

Nuova cartellonistica stradale per dare il benvenuto ai turisti

L’amministrazione comunale di Manciano affida alle immagini il proprio territorio. Nasce un progetto sulla cartellonistica stradale per valorizzare i punti di ingresso ai paesi, per una comunicazione visiva efficace e per dare il “benvenuto” ai turisti nell’ottica dell’accoglienza e dell’ospitalità. I cartelli, corredati di fotografie, saranno posizionati agli ingressi dei paesi di Manciano, Montemerano, Saturnia, Marsiliana, San Martino sul Fiora e Poggio Capanne. Il bando per la presentazione dei progetti scade venerdì 6 marzo e per maggiori informazioni è possibile rivolgersi direttamente agli uffici del Comune di Manciano. “Questa è un’iniziativa molto semplice ma efficace – spiega l’assessore al Turismo Giulio Detti -. Infatti, l’idea è quella di mettere una foto del punto più bello o magari nascosto del paese sui cartelli di ingresso. In questo modo il turista che viene per la prima volta nel nostro territorio, non solo si sentirà ben accolto, ma vedrà in anteprima le bellezze che lo aspettano. Il nostro progetto è quello di migliorare la comunicazione dal punto di vista turistico, cercando di catturare l’interesse del visitatore di passaggio e stimolando la sosta nei nostri borghi, e nello stesso tempo, di avere l’attenzione giusta ai particolari, come appunto gli ingressi ai paesi. La strada statale 74 che passa a Manciano  - continua Detti - è un’arteria molto importante che collega il mare a Orvieto. Dall’Aurelia all’A1 di strada da fare ce ne è e l’obiettivo è quello di comunicare in modo semplice cosa offrono i borghi a beneficio dei ristoranti, strutture ricettive ed esercizi commerciali. Inoltre, all’ingresso di Montemerano metteremo anche il rifermento che il paese fa parte dei “Borghi più Belli d’Italia”.

Il cinema di Manciano apre le porte al d’essai

Il cinema di Manciano apre le porte al d’essai. Giovedì 5 marzo alle ore 21 sarà proiettato al cinema Moderno il film “Torneranno i prati” per la regia di Ermanno Olmi, a cui seguiranno altri tre appuntamenti nel mese di marzo: “Il giovane favoloso” 12 marzo, “Jimmy’s Hall” 19 marzo e “BoyHood” il 26 marzo. Gli spettacoli fanno parte del cineclub “Rosebud” ideato dal presidente della cooperativa L’ape Regina, Emiliano Barberini il quale ha definito il progetto “un percorso culturale importante per la collettività che raccoglie l’interesse dei cultori del cinema d’autore ma che avvicina anche la massa. Sono convinto – conclude Barberini – che ad apprezzare questo tipo di proiezioni cinematografiche di nicchia sarà un target sempre più esteso”. “Grazie alla nuova forma di gestione pensata dall’assessorato alla Cultura – spiega l’assessore Giulio Detti - la programmazione è sempre più ricca. La scelta dell’amministrazione comunale di esternalizzare la gestione è stata positiva sia in termini di qualità che di economicità. Prossimamente lanceremo due grandi novità: l’ingresso agli spettacoli a 4 euro per i turisti che soggiornano nel nostro comune e per i residenti e i turisti che mangiano nei nostri ristoranti prima e dopo i film. Il cinema – conclude Detti – è uno strumento di sviluppo a 360 gradi e svolge una funzione, sia culturale, grazie anche all’introduzione del cinema d’autore, sia economica, visto che attraverso le proiezioni viene incrementato naturalmente il flusso di persone verso il nostro territorio”.

Università di Firenze ridisegna il centro storico di Manciano

Storia e urbanistica si fondono insieme in un unico progetto chiamato “La via Marsala: l’identificazione dei caratteri urbani per la definizione dell’immagine del centro storico di Manciano”. Il Comune di Manciano finanzia il dipartimento di Architettura dell’università di Firenze per un progetto di valorizzazione del patrimonio archeologico del territorio di Manciano, che sarà realizzato entro il mese di giugno. La dottoressa Paola Puma e il dottor Andrea Ricci sono i responsabili scientifici della ricerca, con il contributo della dottoressa Silvia Mantovani mentre il referente per l’amministrazione comunale è l’assessore Giulio Detti. Il dipartimento destinerà il contributo per le risorse dedicate alla ricerca, alla diffusione dei risultati e all’organizzazione di workshop, seminari, lezioni e conferenze sul tema. “Con questo progetto – afferma il sindaco di Manciano, Marco Galli – si è deciso, seguendo il percorso già intrapreso di collaborazione con l’università, di effettuare un lavoro di ricerca con l’obiettivo di riqualificare l’area urbana del centro storico, in concertazione con i cittadini e commercianti, i quali, quest’ultimi hanno evidenziato tutte le criticità del caso”. Nell’ambito dell’attività di ricerca e didattica del dipartimento di architettura dell’Università di Firenze sono in corso già dal 2010 attività di indagine, analisi e rilievi del territorio del Comune di Manciano, con particolare riguardo ai centri storici di Manciano e Saturnia e finalizzate alla predisposizione del quadro documentario per la conoscenza e la valorizzazione di tali luoghi come nuovi musei urbani diffusi. “Stiamo lavorando a questo progetto già da qualche anno – spiega l’assessore alla Cultura, Giulio Detti – anche attraverso l’organizzazione di due seminari: il primo ha portato all’elaborazione del progetto del Museo urbano di Saturnia che sarà realizzato a breve mentre il secondo ha prodotto una importante attività di studio su Manciano con l’obiettivo di lavorare in modo serio sulla costruzione del prodotto turistico ‘Manciano Paese’ per incrementare il flusso dei turisti che visitano il borgo. Inoltre, qualche giorno fa, abbiamo iniziato a lavorare sul Castellum Acquarum di Poggio Murella, per una attività di rilievo e ricostruzione 3D del sito”.

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    124