Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Continua il viaggio nelle piazze maremmane sulle note di Saturnia Festival

Continua il viaggio della decima edizione di Saturnia Festival, la rassegna concertistica organizzata dallaFilarmonica A. Ponchielli di Saturnia e dal Comune di Manciano e realizzata con lo storico contributo della Bcc di Saturnia e Costa d’Argento, in partnership con l’Hotel Terme di Saturnia, fino al 5 settembre.Dieci in tutto, i concerti nelle piazze di alcuni dei borghi più affascinanti della Maremma, nel comune di Manciano: Saturnia, Montemerano, Borgo Capanne e San Martino sul Fiora. In questi giorni passati, le prime esibizioni hanno già raccolto numerosi consensi di pubblico di appassionati di musica classica e non, di turisti stranieri e di gente del posto. “E’ per noi un grande piacere sostenere il Saturnia Festival – spiega il direttore di Terme di Staurnia Golf Resort e SPA Licinio Garavaglia - che, ormai  alla sua decima edizione,  rappresenta un appuntamento di alto livello musicale. Una grande opportunità di arricchimento per i nostri ospiti e per l’intero territorio, contesto di grandi bellezze naturali e dunque location ideale per l’evento”.  Questa sera (24 agosto) a Saturnia andrà in scena la fantasia sfrenata del Quint’Etto, che passando da Bach al Funk delizierà lo spettatore con una versione tutta “classica” di Elvis Presley e Michael Jackson e stupirà con la versione “dance” di Mozart. A Borgo Capanne il 28 agosto Fabio Montopoli e Paolo Mari accompagneranno lo spettatore in un “World tour”. A Saturnia sabato 29 agosto La Bordona trasporterà il pubblico in una milolonga di Buenos Aires avvolgendolo nelle sensuali atmosfere del tango. Domenica 30 agosto a Saturnia il Trio Mariposa farà sognare con un viaggio ideale tra le canzoni d’amore del ‘900. Il 2 settembre a Saturnia il Coro GospelSoong Taaba, diretto da Laura Gosi, proporrà un percorso che partendo dai canti tribali africani si concluderà con i brani che hanno affermato il gospel come vero e proprio genere musicale. A Saturnia il 4 settembre il festival continuerà con il Quartetto Brio e Flavio Ferreri. Il 5 settembre a Saturnia da non perdere, infine, il tradizionale concerto di chiusura del festival in compagnia della Filarmonica Amilcare Ponchielli di Saturnia.

Via alla decima edizione della rassegna musicale Saturnia Festival

Torna, per il decimo anno consecutivo, il Saturnia Festival, dieci concerti a ingresso gratuito che spaziano dalla musica colta a quella più tradizionale e leggera. Organizzata dalla Filarmonica A. Ponchielli di Saturnia e dal Comune di Manciano, la rassegna concertistica è un appuntamento tradizionale dell’estate maremmana molto atteso da residenti e turisti che quest’anno si svolgerà da domani venerdì 21 agosto al 5 settembre.Dieci i concerti in programma nelle piazze di alcuni dei borghi più affascinanti della Maremma, nel comune di Manciano: Saturnia, Montemerano, Borgo Capanne e San Martino sul Fiora. “Anche quest’anno – spiega il direttore artistico del festival Massimiliano Tonsini - desideriamo stabilire uno stretto contatto con il pubblico. Il programma musicale è stato messo a punto pensando anche a chi non frequenta abitualmente le sale da concerto con un’offerta che abbraccia generi e stili musicali anche molto diversi tra di loro. Il festival continua la sua tradizione, quella in cui l’alta qualità dei programmi e delle esecuzioni musicali si fondono con l’atmosfera rilassata di una serata di fine estate, dando vita ad una vera e propria  festa della musica. Anzi del bello”. Realizzato con lo storico contributo della Bcc di Saturnia e Costa d’Argento, in partnership conl’Hotel Terme di Saturnia, il festival ha visto aggiungersi numerosi altri sostenitori. Segno inequivocabile che il percorso di crescita qualitativa di questa iniziativa e il suo radicamento nel territorio trovano crescente riscontro e apprezzamento tanto tra i residenti quanto tra i turisti italiani e stranieri. Il sindaco di Manciano Marco Galli spiega la sua “soddisfazione per un festival di qualità arrivato al suo decimo appuntamento con un pubblico variopinto, che spazia dal residente al turista straniero. Saturnia Festival è la riprova di come questo territorio sa ospitare e proporre eventi di qualità grazie alla sinergia tra amministrazione comunale, associazioni e importanti partner e realtà economiche del territorio”.“Saturnia Festival – commenta l’assessore comunale alla Cultura, Giulio Detti - è arrivato alla sua decima edizione. E’ bello veder crescere e affermarsi una progettualità sviluppata in sinergia negli anni dall’amministrazione comunale e dalla Filarmonica Amilcare Ponchielli di Saturnia. Il programma di quest’anno è speciale, sia l’alto livello performativo, che per numero di concerti. Sarà un festival all’insegna della qualità”.

Programma. Tutti i concerti del festival sono a ingresso gratuito l’inizio è fissato alle ore 21.15.

Saturnia 21 agosto: il concerto inaugurale avrà come protagonista la Bass Gang,un quartetto di straordinari contrabbassisti provenienti dalle più blasonate orchestre italiane che ha già avuto modo di farsi apprezzare nell’edizione 2014 del festival. Il programma spazierà con ironia da Mozart al rock, al soul e alla samba spingendosi alle canzoni tradizionali del lontano oriente.

Saturnia 22 agosto:sabatosarà il momento del jazz con il Moon Indigo expaded Quintet che proporrà la migliore musica swing anni ’40, con qualche contaminazione più moderna. Saranno proposte musiche tratte dal Songbook americano da Gershwin a Kern, da Richard Rogers a Berlin senza trascurare però lo swing degli autori italiani. Il tutto sarà poi reso ancora più interessante dalla presenza della cantante Francesca Faro.

Montemerano 23 agosto e Saturnia 24 agosto:andrà in scena la fantasia sfrenata del Quint’Etto,che passando da Bach al Funk delizierà lo spettatore con una versione tutta “classica” di Elvis Presley e Michael Jackson e stupirà con la versione “dance” di Mozart. I cinque musicisti del Quint’etto, affermati strumentisti provenienti dall’accademia di Santa Cecilia di Roma, lasceranno a bocca aperta con il loro talento e la loro simpatia dimostrando come classico e leggero, in musica, sono due facce della stessa medaglia.

Borgo Capanne 28 agosto: Fabio Montopoli e Paolo Mari accompagneranno lo spettatore in un “World tour”. I due chitarristi hanno realizzato originali arrangiamenti in cui il suono dei loro strumenti riproduce con fantasia, delicatezza ed essenzialità l’emozione che normalmente viene suscitata dagli inni nazionali eseguiti da bande, orchestra o cori.

Saturnia 29 agosto: La Bordona trasporterà il pubblico in una milolonga di Buenos Aires avvolgendolo nelle sensuali atmosfere del tango. Accompagnando i passi di due tanghero, le musiche in programma offriranno al pubblico la miglior tradizione delle grandi orchestre del tango argentino, da Pugliese a Piazzolla.

 

Saturnia 30 agosto: il Trio Mariposa farà sognare con un viaggio ideale tra le canzoni d’amore del ‘900. Come resistere a “Non ti scordar di me” o “Parlami d’amore Mariù”? Con le canzoni più antiche e classiche a quelle più recenti, il Saturnia Festival invita tutti gli innamorati ad un concerto a lume di candela.

 

Saturnia 2 settembre:all’appello musicale dei continenti mancava ancora l’Africa, ecco quindi che questo concerto porterà alla scoperta delle radici del linguaggio sonoro che si ascoltava nei campi dove lavoravano i primi afroamericani: il gospel. Il Coro GospelSoong Taaba, diretto da Laura Gosi, proporrà un percorso che partendo dai canti tribali africani si concluderà con i brani che hanno affermato il gospel come vero e proprio genere musicale.

Saturnia 4 settembre:il festival continuerà con il Quartetto Brio e Flavio Ferreri che proporranno l’incontro tra una formazione classica (2 violini, viola, violoncello) e il sax sorprendendo con continue e inattese incursioni nei repertori più disparati e conferendo una nuova dimensione al concetto di “classico” in musica.

Saturnia 5 settembre:da non perdere, infine, il tradizionale concerto di chiusura del festival in compagnia della Filarmonica Amilcare Ponchielli di Saturnia. Sarà l’occasione per conoscere gli allievi della scuola di musica di Saturnia che per una volta saranno accompagnati dai musicantipiù grandi in una festa di musica e divertimento con quattro generazioni di musicisti.

Per info:

Filarmonica A. Ponchielli -  www.filarmonicaponchielli.maremmaonline.net - Tel 0564 -601033 - www.mancianopromozione.com Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -  Tel. 0564 – 620532 - Direzione Artistica: Massimiliano Tonsini.

Numeri da record per l’edizione 2015 di Vivamus

Vivamus 2015 segna un’edizione da record che può essere spiegata con grandi numeri. Il lungo viaggio di Vivamus, l’evento di promozione territoriale enogastronomico e folkloristico più atteso dell’anno, organizzato dall’assessorato al Turismo del Comune di Manciano in collaborazione con le pro loco, ha visto la presenza di oltre 600 persone durante il momento dell’aperitivo, delle degustazioni di vini e della cena “Tradizione Maremma”, in programma il 1 agosto a Manciano. Oltre mille le presenze, tra cui molti turisti stranieri, in piazza Garibaldi durante gli spettacoli all’aperto nella serata conclusiva: torneo della ruzzola (vinta da Montemerano), performance teatrale “Orti insorti” di Elena Guerrini, proiezione del cortometraggio “Margherita Aldobrandeschi, una donna di Maremma” e durante il Vivamus Show “Donna di fiori”. Coinvolte, nella giornata finale di Vivamus, oltre 20 aziende che hanno fornito prodotti enogastronomici di eccellenze locali, molte le associazioni che hanno garantito la propria presenza tra cui Slow Food, le pro loco e il Comitato bottai. Oltre 15 artisti in gara per la mostra di pittura, scultura e installazioni “Arte in Maremma”. Molti professionisti, 30 tra estetiste, parrucchiere e fiorai per la sfilata dell’atelier Alberta Florence e circa 30 modelle. Questi sono solamente i numeri della serata di Manciano che ha concluso il percorso iniziato a Poggio Murella il 2 maggio e proseguito a Saturnia il 16 maggio, Montemerano il 13 giugno, San Martino sul Fiora il 20 giugno, Poderi di Montemerano il 27 giugno e Poggio Capanne il 4 luglio, tappe organizzate una a una dalle pro loco. “E’ motivo di grande soddisfazione – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Manciano, Giulio Detti - vedere questo evento crescere di anno in anno. Il format organizzativo di Vivamus lascia molto spazio alle associazioni e ai cittadini che vogliono proporre le tante iniziative in forma di volontariato e il successo di Vivamus è frutto soprattutto di questa impostazione. Nel corso degli anni il fashion show di Milvi Colmenares e quest’anno la mostra d’arte organizzata da Richard Harris, sono diventate iniziative di punta in un palinsesto ricco e variegato. Quest’anno abbiamo aggiunto la valorizzazione dei prodotti locali con una cena e una degustazione vini di alto livello che ha attirato turisti italiani e stranieri, in una cornice da favola come quella di piazza Garibaldi. Una piazza così bella e così piena, non si era mai vista e questo ci dà ancora più energie per proseguire il nostro lavoro”. Anche il sindaco di Manciano si pone sulla stessa linea: “Questo evento – spiega il sindaco Marco Galli – è la risposta concreta di come tradizione, cultura, storia, enogastronomia possano andare di pari passo con turismo ed economia. Vivamus da sempre rappresenta un format di successo, molto apprezzato dal pubblico. Quest’anno i grandi numeri che l’evento ha raggiunto sono il segno che il lavoro dell’amministrazione comunale funziona e che è pronta per nuove sfide. Vivamus ha esportato ancora una volta fuori dei confini regionali la nostra terra: il nostro grande obiettivo”.

Consiglio comunale, adottati all’unanimità il piano operativo e la variante al piano strutturale

Sono stati adottati all’unanimità, durante il Consiglio comunale di oggi, il piano operativo e la variante al piano strutturale del comune di Manciano. Dopo il vaglio di 170 contributi da parte di cittadini, imprese e enti, dopo più di 30 incontri con i consigli di frazione, altri 20 incontri con associazioni e sindacati di categoria e 23 commissioni urbanistiche alla presenza di maggioranza e minoranza, è stato adottato il piano operativo da tutto il Consiglio comunale, il quale ha ritenuto di mantenere e conservare l’integrità fisica e rurale del territorio. “Questo è un piano – spiega l’assessore comunale all’Urbanistica Daniele Pratesi - che consuma pochissimo suolo, ha solo zone di completamento, non di espansione, non va all’esterno del territorio e rispetta la sua natura. Inoltre, per quanto riguarda il frazionamento delle aziende abbiamo alzato i limiti: rimane così la formazione di nuove aziende attraverso un parametro di sostenibilità e di superficie più alto di quello che  la legge regionale sottoscrive che va da un minimo di 8 ettari fino a 64 ettari”. “Questo piano – commenta il sindaco di Manciano Marco Galli – rappresenta una boccata d’ossigeno al nostro territorio. Crediamo di aver fatto un buon lavoro anche se i tempi sono stati più lunghi del previsto a causa di quelli di approvazione della legge regionale 65 e del piano paesaggistico. Un ringraziamento va a tutta la commissione urbanistica e al Consiglio di minoranza per l’impegno profuso e la discussione schietta e costruttiva che c’è stata per raggiungere questo grande obiettivo. 

Teatro e cinema a Vivamus con “Orti Insorti” e “Margherita Aldobrandeschi: una donna di Maremma”

Due momenti da non perdere a Vivamus 2015, in programma a Manciano sabato 1 agosto. Alle 19 torna nel giardino dell’Ospitalità, dopo la replica numero 500, fatta all’interno di Expo a Milano, “Orti Insorti”, la celebre narrazione dell’attrice maremmana Elena Guerrini. Lo spettacolo, nato nel 2008 all’interno dei poderi mancianesi, presentato a baratto, ha fatto da apripista al Festival a Veglia. “Orti Insorti” racconta di nonno Pompilio, dei primi braccianti, del diritto al cibo e della politica sui semi. Proprio da Manciano, lo spettacolo inizia un lungo viaggio che ha portato il borgo maremmano in Usa, Svizzera, Polonia, davanti all’attivista e ambientalista Vandana Shiva e in tv a SAT2000, dove un estratto è stato raccontato di fronte ai giovani agricoltori. “Sono sempre felice di portare ‘Orti Insorti’ nella città in cui ho vissuto per sette anni – spiega l’attrice Guerrini – e dove è nato il Festival a Veglia. Sono orgogliosa e grata al Comune di Manciano per il sostegno dato in questi anni al mio lavoro”. In questa occasione viene presentato anche il “Grande gioco di Orti Insorti”, che viene narrato durante Vivamus, ideato da Elena Guerrini e prodotto dal Comune di Manciano. Altro momento che caratterizza la serata conclusiva di Vivamus 2015 è la proiezione, alle 21.45 in piazza Garibaldi, del cortometraggio “Margherita Aldobrandeschi: una donna di Maremma”, della regista Antonella Santarelli. Un progetto promosso e sviluppato dall’amministrazione comunale di Manciano, dall’Iti e dal liceo scientifico, in collaborazione con le associazioni locali, la pro loco di Montemerano, l’associazione Rinascimento di Pitigliano e l’associazione SovanAperta. “Raccontare la Maremma – spiega l’assessore alla Cultura Giulio Detti - attraverso la figura storica di Margherita Aldobrandeschi è un’importante iniziativa di marketing territoriale dal grande valore che va oltre l’aspetto storico e culturale e che coglie, senz’altro, l’opportunità di far conoscere la nostra terra fuori dei confini regionali. Un cortometraggio tutto made in Maremma che narra la storia della contessa di Sovana, Margherita Aldobrandeschi, che con i suoi cinque matrimoni e i suoi contrasti con Bonifacio VIII, ha segnato molti dei confini di questo territorio”.

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    129