Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Dall’Amiata a Porto Ercole, completata la cartellonistica del progetto Vetta-Mare

E’ stata completata la cartellonistica del progetto “Vetta-Mare”, il percorso di 136 chilometri, suddiviso in sette tappe, che attraversa alcuni dei luoghi più belli e importanti della Maremma dal punto di vista storico, ambientale e naturalistico, strutturato dal Comune di Manciano, ente capofila e sostenuto dai comuni di Arcidosso, Castel del Piano, Santa Fiora, Castell’Azzara, Sorano, Capalbio, Monte Argentario e Orbetello. Il progetto ha come scopo di unire la montagna al mare, dall’Amiata a Porto Ercole, e mette al centro dell’interesse turistico ed economico l’escursionismo e il cicloturismo, due attività protagoniste dei flussi turistici nazionali e internazionali che hanno, in provincia di Grosseto, fortissime opportunità di crescita. I Comuni del territorio, da tempo, sono impegnati in attività di analisi e progettazione di sistemi di sentieri, ippovie e ciclovie, per costituire un’infrastruttura di sistema da poter promuovere fuori dei confini regionali. Le tratte sono di circa 15-20 chilometri l’una e sono percorribili giornalmente da un ciclista di livello medio. “In tempi record – spiega l’assessore al Turismo del Comune di Manciano, Giulio Detti - siamo riusciti a completare la cartellonistica del percorso Vetta - Mare. Ringrazio i miei uffici e tutti gli altri enti per la collaborazione. Abbiamo fatto un lavoro di squadra lungimirante, dimostrando la voglia di sviluppare progetti di area. Questo è un progetto che pone le basi per lo sviluppo del nostro territorio, la nostra amata Maremma. Ora siamo pronti per la stagione primavera-estate 2017, mettendo in moto la macchina promozionale”. 

Camillo: “Differenziare bene è l’unica arma che abbiamo per ottenere un abbassamento delle tariffe. I gesti di inciviltà vengono pagati da tutta la collettività”

In questi giorni le famiglie residenti nel comune di Manciano hanno ricevuto da parte dell’amministrazione comunale una lettera che spiega, in modo semplice e puntuale, come gestire i rifiuti alla fonte, in riferimento ai servizi che sono in essere nel territorio comunale.  “L’esigenza di fornire un elenco di comportamenti da tenere nelle proprie case per differenziare e conferire bene i rifiuti – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Manciano, Antonio Camillo - nasce dalla speranza che i nostri concittadini utilizzino al meglio i nuovi servizi attivati sul territorio e prendano coscienza dell’importanza di separare e conferire correttamente nei bidoncini stradali dedicati il rifiuto organico. Di fatto, questa possibilità fino ad adesso non c’era ed è necessario sottolineare che l’organico rappresenta il 30% del rifiuto totale e conferirlo all’impianto di trattamento finale costa quattro volte meno del rifiuto indifferenziato. Differenziare bene è l’unica arma che abbiamo per ottenere nel medio periodo un abbassamento delle tariffe che, contro la nostra volontà e a causa del sistema di gestione su area vasta voluto dalla Regione, in questi anni sono lievitate”. Nel corso del 2016 sono stati attivati nuovi servizi, di concerto con i responsabili locali del Gestore Unico dell’Ato Sud, Sei Toscana: raccolta stradale della frazione organica del rifiuto, attivazione di un servizio di raccolta domiciliare per le utenze non domestiche che coinvolge tutte le frazioni del rifiuto. “Nonostante le difficoltà più volte esplicitate – continua l’assessore Camillo - legate ad una organizzazione del servizio su area vasta, che allontana sempre di più la possibilità di decidere le proprie strategie all’interno del nostro comune, sono stati fatti passi avanti importanti per il miglioramento del servizio e la crescita delle percentuali di raccolta differenziata, unica strada perseguibile per ottenere sconti in tariffa”. Oltre ai servizi principali citati, sempre nel corso del 2016, al centro di raccolta di Manciano è stata installata una pesa, con servizio di registrazione dell’utenza e pesatura del rifiuto all’ingresso e, presso i supermercati più grandi, dei punti di raccolta degli oli alimentari esausti. Oltre a questo, l’amministrazione comunale ha deliberato un regolamento che premia i cittadini più virtuosi che conferiscono maggiori quantità di rifiuti correttamente differenziati al centro stesso. “In questi giorni – parla ancora Camillo - l’ufficio Ambiente ha elaborato la graduatoria dei cittadini più virtuosi, alcuni riceveranno sconti sulla bolletta dei rifiuti fino al 50%. Si tratta di una delle tante azioni che abbiamo messo in atto in questi anni, che hanno valore simbolico dal punto di vista materiale, ma che sono volte a far crescere nei cittadini la consapevolezza che differenziare è l’unica strada percorribile per una gestione del rifiuto più economica, più rispettosa dell’ambiente e del decoro urbano”. Nelle prossime settimane l’amministrazione installerà dei cartelli informativi presso le stazioni dei cassonetti stradali che si trovano nelle zone aperte che sono frequentemente utilizzate per abbandonare i rifiuti per strada. “E’ triste constatare che i comportamenti incivili sono ancora numerosi ed è necessario che i cittadini sappiano che il recupero di quei rifiuti abbandonati costa cifre enormi alla collettività, dato che vengono cumulati ai costi già alti del servizio. Insomma, per l’inciviltà di pochi paghiamo tutti e questo fenomeno deve scomparire”. Per quanto riguarda l’attivazione della raccolta porta a porta, l’amministrazione, insieme ai comuni assegnati all’area omogenea di raccolta “Grosseto sud”, ha presentato all’autorità di ambito Ato Toscana Sud il proprio Piano di riorganizzazione dei servizi, che prevede la raccolta domiciliare nei centri più popolati e quella di prossimità nelle zone a più scarsa densità abitativa. “Il Piano di riorganizzazione - conclude l’assessore Camillo - è stato inviato ad Ato nell’ottobre 2016, siamo ancora in attesa della valorizzazione economica, a cui consegue la nostra approvazione e l’avvio del nuovo sistema di raccolta. Le motivazioni di questi ritardi sono di nuovo da ricercare nel sistema di gestione su area vasta, che impedisce agli amministratori dei piccoli Comuni di dar seguito alle proprie scelte. In questi anni mi sono battuto con veemenza contro questo sistema, a favore di una gestione virtuosa e più economica del ciclo integrato del rifiuto, alcuni risultati sono stati raggiunti ma molta strada è ancora da percorrere. Mi auguro che chi mi succederà nella prossima amministrazione abbia il coraggio e la volontà necessaria a proseguire il lavoro”. 

Dionisi: “Un problema personale mi ha tenuto lontano dal territorio comunale. A partire dalla prima settimana di febbraio sarò nuovamente operativo”

“Un problema di carattere strettamente personale mi ha tenuto lontano dal territorio comunale, a partire dalla prima settimana di febbraio sarò nuovamente operativo. Pur nel rispetto della riservatezza dovuta in questi casi, il sindaco Galli, i membri della Giunta e l’ufficio di riferimento sono stati informati e hanno con diligenza e rispetto gestito le problematiche legate alla mia assenza, in merito alle deleghe ricevute, poco prima di quanto accaduto alla mia persona”. L’assessore alla Pubblica istruzione, alle Politiche sociali e rapporti con le frazioni del Comune di Manciano, Fiorenzo Dionisi replica alle critiche mosse dall’ex assessore Andrea Teti, apparse sulla stampa locale. “Spero di poter recuperare il tempo perso – continua Dionisi - rispetto ai piani di lavoro che avevo intenzione di realizzare con riferimento alle deleghe ricevute dal sindaco. In particolare l’incontro programmato con l’assessore che mi ha preceduto, Andrea Teti, per una verifica della progettazione già avviata e per nuove iniziative in un settore come quello del sociale in forte sofferenza. In merito alla delega alla Pubblica istruzione, la dirigente scolastica Anna Maria Carbone, a conoscenza della mia assenza, sarà contattata nelle prossime settimane, per affrontare le necessità relative al distretto scolastico di riferimento. Per quanto riguarda i giudizi da parte del ‘giovane’ consigliere comunale Teti – commenta Dionisi - sono consapevole che come rappresentante delle istituzioni debbo accettare le critiche, anzi sono necessarie e stimolanti, ma quando sono fatte sulla sostanza delle cose. Non mi sembra invece corretto affermare, come Teti ha fatto: ‘…non basta fare un giro per le frazioni e incontrare i comitati, questa sembra più una mossa politica e di facciata, più che una iniziativa concreta’. Nella mia vita non ho mai utilizzato il mio impegno nella vita pubblica per trarne dei vantaggi personali nella carriera politica, perché tutto questo non mi appartiene eticamente. Per me l’impegno di amministratore è concepito esclusivamente come servizio. Appena rientro – conclude Dionisi - contatterò l’ex assessore Teti per approfondire insieme i progetti che già sono in corso, sperando che questa mia assenza, inevitabile, non abbia creato problemi incontrastabili”. 

Prima edizione del Weekend dell’amore

A Manciano il 2017 inizia con il Weekend dell’amore, un format nuovo che prosegue il progetto di valorizzazione della Rocca e dei punti panoramici di interesse turistico ed economico. Sabato 11, domenica 12 e martedì 14 febbraio, giorno di San Valentino dedicato a tutti gli innamorati, dalle 16.30 alle 19, con ingresso gratuito, è in programma la prima edizione del Weekend dell’amore. Il percorso inizia immergendosi nella preistoria all’interno del Museo di preistoria e protostoria, con foto ricordo al selfie point sulla terrazza panoramica. Il cammino prosegue con la visita al palazzo comunale, alla collezione Aldi e Pascucci e alla torre panoramica dove è in programma una performance musicale straordinaria con il violino di Emma Spangaro. Ultima tappa dedicata agli innamorati è aspettare il tramonto dalla torre panoramica nei seguenti orari: sabato 11 alle ore 17.39, domenica 12 alle 17.41 e martedì 14 alle 17.43. “Il Weekend dell’amore – spiega l’assessore al Turismo del Comune di Manciano, Giulio Detti - è il primo evento della stagione 2017, un’iniziativa nuova che ha l’obiettivo di valorizzare in modo originale i luoghi simbolo di Manciano. La Rocca, la torre panoramica e il museo di preistoria. Abbiamo elaborato un programma particolare e adatto alla circostanza, quale è San Valentino, che sicuramente desta curiosità, adatto sia ai turisti sia ai locali”. 

Presidente Tomassoli: “Abbiamo fatto sentire meno sole le persone in difficoltà. Grazie a tutti i volontari”

La presidente della Consulta per il sociale di Manciano, Cinzia Tomassoli, tira le somme dell’anno appena passato, facendo un bilancio delle attività organizzate e degli obiettivi raggiunti e anticipa il programma delle iniziative per il 2017. “Le feste natalizie sono finite - spiega la presidente della Consulta per il Sociale, Cinzia Tomassoli - e il mio ringraziamento va a quelle associazioni e persone che nei giorni di festa ci hanno aiutati a far sentire meno sole le persone in difficoltà. Soprattutto, il mio grazie va al Consiglio direttivo della sezione soci della Coop amiatina e al suo presidente Ivaldo Contini che oltre a proseguire la collaborazione per il progetto ‘Mensa solidale’, realizzato con l’Avis Manciano e con il Comune di Manciano per la raccolta e la redistribuzione dei prodotti alimentari non vendibili, ci ha offerto una quantità di prodotti di prima necessità equivalente alla spesa per cinque famiglie. Durante l’evento del villaggio di Natale, la Consulta per il sociale era presente con l’apertura dell’ex biblioteca e ha esposto i lavori realizzati dalla residenza sanitaria assistenziale La Cupolina, del gruppo gli “Interessanti”, composto dagli utenti del centro diurno di salute mentale, il centro Delfino e l’associazione Aurora Onlus. Ringrazio le persone che sono venute a visitarci, la presidente della Consulta Giovani Beatrice Lombardi che mi ha aiutata nell’allestimento della stanza e Nidia Cesarini che si è resa disponibile e mi ha aiutata nell’apertura pomeridiana della stanza per tutti i giorni della festa. Abbiamo presentato, in collaborazione con la Consulta Giovani, la programmazione per il 2017 relativa alle attività del centro di aggregazione ‘La Pesa’ e a breve informeremo i cittadini, tramite volantinaggio, dei corsi che inizieranno a febbraio: come quello di ceramica, fumetti, pittura e ricamo. Speriamo che anche grazie alle proposte avanzate dai cittadini potremmo implementare le attività del centro che è aperto a tutti”. 

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    112