Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Calendario eventi 2017, è già realtà

E’ stato definito e approvato dall’amministrazione comunale di Manciano, il calendario eventi 2017. Grazie al lavoro dell’assessorato al Turismo, in concertazione con le associazioni del territorio comunale, è stato composto il calendario in cui sono presenti tutte le iniziative in programma per il prossimo anno, evitando sovrapposizioni tra i tanti appuntamenti e in maniera tale da garantire la copertura di tutti i fine settimana da qui alla fine dell’anno e da gennaio 2017 fino a dicembre 2017 per quanto riguarda eventi gastronomici, turistici e culturali. Il calendario delle iniziative turistiche servirà ad operatori turistici, ristoratori, commercianti e tutti coloro che sono a stretto contatto con il pubblico, cittadini e turisti, a sapere con largo anticipo le iniziative promosse sul territorio così da organizzare al meglio il proprio lavoro. “Anche quest’anno – spiega l’assessore al Turismo, Giulio Detti – è stato fatto un grande lavoro dal punto di vista della programmazione e della promozione territoriale. Realizzare un calendario completo che copre le attività che vanno da qui a dicembre 2017 è un’opportunità unica per tutti coloro che si occupano di turismo, di cultura e di commercio. Il calendario – continua Detti - è ricchissimo di iniziative, tutti i principali eventi turistici sono stati confermati e tutto è stato svolto in un clima di grande collaborazione fra le associazioni, che ha portato a compiere gli spostamenti necessari per evitare sovrapposizioni. Per il nostro comune si preannuncia un 2017 straordinario. Ogni fine settimana, da qui al prossimo dicembre 2017, sarà animato da eventi sul territorio, con una programmazione completa che permette di offrire ai nostri ospiti sempre delle iniziative nuove. Adesso siamo al lavoro per realizzare entro fine anno il nostro magazine turistico e il calendario fotografico con gli eventi che distribuiremo gratuitamente ad associazioni e operatori economici. Due eccellenti strumenti per la promozione”. Sulla stessa linea si pone il sindaco di Manciano, Marco Galli il quale afferma che “un territorio vivo, che apre le porte alle iniziative culturali rappresenta un’opportunità per gli operatori del settore turistico e commerciale. La nostra amministrazione lavora per il territorio, per renderlo appetibile da un punto di vista economico e l’approvazione del calendario 2017, in tempi così brevi, ne è la prova”.

 

Contro la violenza sulle donne va in scena “Non una di meno”

“Non una di meno” è il titolo dello spettacolo organizzato in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, giovedì 24 novembre alle ore 21 al Nuovo cinema moderno di Manciano. Una serie di note, poesie in prosa, schegge di commedia e dialoghi. A proporre l’iniziativa sono le donne dello sportello locale dell’associazione Olympia de Gouges, Elga, Nella, Neera e Norma, che da anni, per questa ricorrenza, coinvolgono la cittadinanza per una riflessione sui temi della violenza e delle violenze di genere. “Quest’anno, a differenza degli anni scorsi – spiegano le volontarie dell’associazione - non ci siamo ritrovate da sole nell’impresa di ideare e preparare la serata ma siamo state coadiuvate da tante altre persone di Manciano e di alcuni comuni limitrofi che ruotano intorno alla Consulta del sociale e a quella dei giovani e che si sono proposte volontariamente per dare il loro prezioso contributo. Sono molti, infatti, i giovani che per diletto o per passatempo, si dedicano a recitazione, canto, musica o altre attività creative.  E’ nata così l’idea di uno spettacolo variegato in cui ognuno ha messo a disposizione le proprie capacità: recitazioni, letture teatrali, musica, canzoni, e perfino l’illustrazione grafica di una fiaba riempiranno questa serata. Dalle idee e con il contributo di le donne dell’associazione Olympia De Gouges, Emilio, Corrado e Valentina di Pitigliano, Roberta da San Quirico, I ragazzi e le ragazze di Manciano, la Consulta per il sociale, la Consulta giovani, il gruppo Mureka”. “Sono molto orgogliosa di questa serata – spiega la presidente della Consulta per il sociale, Cinzia Tomassoli - perché è un lavoro corale nato dalla fiducia e dalla stima che in questi anni sia io che Beatrice Lombardi (presidente Consulta giovani) ci siamo conquistate con il tempo. Siamo ormai alla fine di questo percorso e speriamo che chi verrà dopo di noi continuerà su questa strada magari facendo anche meglio”. L'entrata allo spettacolo di giovedì sera è a offerta e la raccolta sarà investita per futuri progetti al centro di aggregazione.

 

“Polemiche faziose e sbagliate. Le iniziative di un comitato sono attività autonome e indipendenti rispetto a quelle di partito”

Dopo le dichiarazioni uscite sulla stampa da parte di Sel Manciano contro il sindaco Marco Galli, firmatario di un documento a sostegno del sì al Referendum, ecco la risposta del coordinatore del Comitato per il sì di Manciano, Boris Cerofolini e del primo cittadino Galli. “Ci teniamo a chiarire - spiega Cerofolini - che la costituzione e le iniziative di un comitato sono attività autonome e indipendenti rispetto a quelle di partito, tanto che per farne parte non è richiesta una tessera. Ci sembra quindi alquanto superficiale, sbagliato e strumentale voler creare dei nessi fra le iniziative per il ‘sì’ e la situazione politica mancianese. Si parla di due cose diverse. L’iniziativa da noi organizzata a Manciano vuole essere un confronto plurale, in cui si illustrano posizioni differenti, aprendosi poi al dibattito con il pubblico che può fare i propri interventi. Sono stati invitati - prosegue Cerofolini - relatori autorevoli ed ha prevalso lo spirito informativo. D’altronde la nostra è una iniziativa per il ‘sì’ e sarebbe stato impossibile invitare a parlare tutte le forze politiche del ‘no’. Fortunatamente - conclude Cerofolini - ci sono anche altre iniziative a Manciano e siamo ben felici che, con il contributo di tutti, si riesca a fare una informazione completa ai cittadini sul referendum, che ribadiamo non ha alcun nesso con la politica locale”. “Questo tentativo di voler creare un inesistente collegamento fra l’attività autonoma dei comitati sul referendum e la politica locale - dichiara il sindaco di Manciano Marco Galli - mi sembra fazioso e sbagliato. Il circolo Sel di Manciano cerca di mistificare la realtà e l’ex assessore Teti ha rassegnato le sue dimissioni a fine mandato quando l’amministrazione di fatto aveva realizzato il suo programma anche grazie al suo sostegno e al suo contributo. Giustificare ora la sua uscita con la teoria del ‘partito della nazione’ è alquanto infantile. All’interno della Giunta, sul prossimo referendum ci sono posizioni diverse, con assessori che sostengono apertamente il no, senza per questo influire sulle scelte amministrative. Tra l’altro, sia a livello comunale, sia con la presenza del segretario Marco Sabatini, Sel non ha avuto scrupoli ad incontrarsi con un gruppo di persone che sostiene il sì. Ma forse quando si parla di urbanistica è tutto consentito. Credo che il circolo di Sinistra Italiana potrà dimostrare la coerenza nei confronti del mandato amministrativo, votando, attraverso il consigliere Teti, atti fondamentali come il bilancio di previsione ed il piano operativo, che si ispirano ai valori del centro sinistra e seguono alla lettera il mandato conferitoci dai cittadini. Assieme a Sel, infatti Teti ha partecipato a riunioni con il gruppo dissidente del Pd, che ha al suo interno anche esponenti di Forza Italia. Io e la mia giunta - conclude il sindaco - siamo lavorando solo nell’interesse dei cittadini, evitando riunioni politiche con altri gruppi, anche di destra, a cui lo stesso ex assessore Teti ha ammesso di aver partecipato, in quanto preferiamo concentrare le energie nel lavoro quotidiano, più che nelle futili polemiche. Comunque vedremo molto presto alla prossima tornata elettorale quale sarà la coerenza politica di Sel”.

 

Referendum, Camillo: “Voto No e rappresento una larga parte della sinistra locale”

In merito alle polemiche a mezzo stampa innescate da Sel sulle posizioni dei membri della Giunta di Manciano sul referendum costituzionale, interviene il vice sindaco del Comune di Manciano, Antonio Camillo. “Ritengo necessario fare un po’ di chiarezza – spiega Camillo - in primo luogo rivendicando la mia appartenenza ad una cultura politica di sinistra, connotata a sinistra del Pd, espressa nel voto dato a Sel nelle ultime elezioni politiche. Per scelta personale non posseggo per adesso una tessera di partito, ma nonostante ciò, credo di rappresentare degnamente una larga parte della sinistra mancianese. In questi anni ho scelto di lavorare sodo in Comune tenendomi a distanza dalle polemiche sterili e controproducenti. Rivendico il mio lavoro e quello di tutta la Giunta guidata dal sindaco Marco Galli, compreso quello prezioso svolto da Andrea Teti, fino a che ha deciso di rimanere con noi. Un lavoro conforme a quanto prospettato ai cittadini attraverso il programma elettorale, un lavoro che continuerò insieme ai miei colleghi di Giunta, con serietà ed unione di intenti fino alla fine del mandato. Sono un fermo sostenitore del no al referendum e martedì prossimo 22 novembre alle ore 17 all’ex mattatoio, oggi sede della consulta del sociale, ho promosso, insieme all’Anpi sezione di Manciano, un incontro dal titolo “Le ragioni del no”, con l’intervento del giornalista del Manifesto Aldo Carra. Invito tutti i cittadini a partecipare per approfondire i temi della riforma costituzionale che, a mio parere, impoverisce la nostra democrazia, con un pericoloso accentramento di poteri decisionali su questioni che riguardano i singoli territori, annullando di fatto il ruolo degli enti locali, su temi che rivestono grande importanza nella vita di ognuno di noi, come la tutela dell’ambiente e della salute. Concludo auspicando per Manciano un proseguo del confronto tra le varie posizioni politiche, sui temi nazionali come su quelli locali, dettato dalle idee e dalle proposte, il più possibile lontano da prese di posizione strumentali, appartenenti ad una logica politica dell’opportunismo, più che della ricerca del bene comune”.

A Manciano arriva il Villaggio di Natale

È la prima volta che la città di Manciano ospita il “Villaggio di Natale”. Si tratta di un progetto che mira a realizzare un percorso composto da una serie di attrattive da piazza della Pace al Cassero, con lo scopo di generare flusso sia turistico, che dei paesi vicini, a Manciano nel periodo dall’8 dicembre all’8 gennaio. Percorso natalizio nel borgo di Manciano, trenino di Natale per tutto il centro storico, casa di Babbo Natale nel castello, spettacolo di sand art di Fatmir Mura al cinema, spettacolo di giochi di magia di Pablo e Rudi al cinema, creazione del presepe con sculture di ghiaccio di King of the Ice, truccabimbi e palloncini con Cuoricina e Cuoco pasticcio, mostra di presepi, intrattenimenti per bambini al museo e in biblioteca, percorso con allestimenti natalizi nei locali del centro storico, stand con vin brulè, castagne e prodotti tipici mancianesi e mercatino dei produttori. Questo il ricco programma coordinato dal Comune di Manciano, in collaborazione con il Comitato bottai mancianesi, con le pro loco, le associazioni del paese e con il supporto delle consulte e di molti volontari. L’evento si svolgerà dall’8 dicembre all’8 gennaio: nei giorni 8, 9, 10, 11, 17, 18 dicembre verrà garantita l’apertura dell’intero villaggio di Natale mentre nei giorni 24 e 26 dicembre, 1, 6, 7, 8 gennaio sarà aperta la casa di babbo Natale. L’orario di apertura sarà dalle 14.30 alle 18.30. Le principali attrattive su cui si articolerà tutto il programma sono lo chalet natalizio con info-point e biglietteria in piazza della Pace; impianto in filodiffusione con musiche natalizie in via Marsala; il trenino natalizio che va da piazza della Pace a piazza Garibaldi; la Rocca in cui sarà allestita la casa di babbo Natale; le Stanze in cui si darà spazio al trucca bimbi e all’animazione. Inoltre, sulla parete frontale del Cassero sarà proiettato il video mapping 3d e le proiezioni natalizie. Al museo di preistoria sono previste apertura e visite guidate e al Nuovo cinema Moderno, nell’area spettacoli, sarà in programma la sand art e spettacolo di Natale: all’ex biblioteca ci sarà la proiezione di cartoni per bambini mentre in biblioteca letture di testi per bambini e laboratorio giocattoli. Il percorso natalizio prevede l’allestimento di varie stanze su via Marsala (grazie al Comitato bottai mancianesi), in piazza della Rampa e piazza della Chiesa ci sarà il punto somministrazione e musica (grazie all’impegno della pro loco Manciano. Inoltre, nelle vie del paese e invia Cavour del borgo saranno installate le luminarie e sarà allestito un albero di Natale gigante in piazza della Rampa. La casa di Babbo Natale, in particolare, sarà un’attrattiva spettacolare per grandi e piccini soprattutto per chi viene da fuori che potrà visitare la Rocca allestita a festa e con l’intramontabile fascino del clima natalizio. Villaggio degli elfi, slitta con le renne, camera da letto di Babbo Natale e stanza per le letterine saranno protagonisti di questa prima edizione della manifestazione. Il progetto prevede l’ingresso di gruppi da 20 persone ed è diviso in tre fasi in modo che si possano ospitare 60 persone simultaneamente. La visita complessiva del castello è di 45 minuti (15 minuti per ogni fase), quindi c’è una portata oraria di 80 persone (giornaliera di 320 persone). Le tariffe per entrare nel villaggio sono 10 euro a persona, quota che comprende anche un viaggio in trenino. È previsto anche uno sconto famiglia: 2 adulti + 1 bambino 25 euro e 5 euro per ogni bambino in più. Inoltre, per entrare nella casa di babbo Natale compresa la quota giornaliera del trenino, 5 euro. Oltre al villaggio di Natale è in programma il concerto polifonico di Natale della corale Gaudete di Grosseto l’8 dicembre alle ore 18.30, sabato 10 dicembre ore 18.30 concerto di organo e domenica 1 gennaio alle ore 18 concerto lirico natalizio. E dall’8 all’11 dicembre la pro loco di Manciano organizza la manifestazione enogastronomica “Seguendo un filo d’olio”. Inoltre in chiesa sarà allestito un presepe gigante. “La nostra amministrazione – parla il sindaco di Manciano, Marco Galli – lavora da anni per implementare il turismo anche fuori stagione. Il villaggio di Natale è un progetto che vuole creare i presupposti per attrarre vacanzieri, famiglie, ragazzi da fuori regione e far vivere loro un momento magico come quello del Natale, con la scoperta del nostro territorio in inverno. Questa iniziativa – conclude il sindaco – dà spazio ai commercianti, ai ristoratori, agli albergatori che possono così esprimersi al meglio anche fuori dalla stagione estiva”. “Quest’anno – spiega l’assessore al Turismo del Comune di Manciano, Giulio Detti - offriremo ai nostri visitatori un Natale magico. Abbiamo lavorato molti mesi, prima per progettare e poi per realizzare un grande evento e sono estremamente felice della qualità dell’iniziativa. Il lavoro delle associazioni, dei volontari e dei dipendenti del Comune è stato eccezionale. Il Villaggio di Natale attirerà sicuramente molta gente a Manciano e sarà l’occasione per distribuire il nostro calendario eventi 2017, che abbiamo definito con largo anticipo, per permettere un’adeguata promozione. Inoltre, questo evento è anche un modo per promuovere l’artigianato locale, infatti tutte le nostre creazioni natalizie sono fatte a mano da artisti e artigiani locali”. Per ulteriori informazioni è possibile cliccare su www.villaggiodinatalemanciano.com, visitare la pagina Facebook Villaggio Natale Manciano (fb.com/villaggiodinatalemanciano/) oppure contattare l’ufficio turistico allo 0564-620532.

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    112