Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Rifiuti, il Consiglio comunale di Manciano approva la mozione sulle proposte di ristrutturazione dell’Ato promosse dai Comuni dell’area sud

Il Consiglio comunale di Manciano ha approvato la mozione presentata dal gruppo di maggioranza, dal titolo “Linee guida relative alla gestione del ciclo integrato dei rifiuti a seguito delle recenti vicende inerenti l’Ato Toscana sud”. “E’ una mozione che abbiamo elaborato e condiviso con gli altri Comuni dell’area omogenea di raccolta Grosseto sud (Sorano, Pitigliano, Magliano in Toscana, Capalbio, Orbetello, Monte Argetario e Isola del Giglio) – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Manciano, Antonio Camillo - e che gli stessi comuni presenteranno nei rispettivi consigli comunali. Il testo della mozione esplicita un secco no all’indicazione del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, secondo il quale la gestione dei rifiuti deve essere condotta da un Ato unico regionale, che come effetto, secondo i firmatari della mozione, avrebbe quello di azzerare definitivamente il potere decisorio dei sindaci sull’argomento e di dare risposte univoche a territori profondamente diversi. La gestione dei rifiuti su area vasta – continua l’assessore Camillo - ha fallito. Le economie di scala non ci sono state e le tariffe sono aumentate. Bisogna dire ai cittadini che questa politica ha prodotto un costo medio per abitante in provincia di Grosseto di 280 euro, uno dei più alti in Italia, rispetto ad una media nazionale di 165 euro (fonte Ispra, annuario dei dati ambientali 2014-2015). Per questo, le indicazioni della giunta Regionale ci appaiono paradossali, un perseverare in ciò che palesemente si è rilevato un danno per i cittadini”. Le linee guida della mozione indicano in capo all’attuale Ato Toscana sud, il compito di gestire la fase a valle della filiera, cioè gli impianti di trattamento, recupero e smaltimento, attraverso una profonda revisione del sistema impiantistico, giudicato ridondante e privo di sistemi per le valorizzazioni delle raccolte differenziate. Invece, per quel che riguarda la raccolta e il trasporto, si propone l’abbandono dell’organizzazione del servizio su area vasta e il passaggio a una gestione su piccole aree omogenee, in cui la popolazione servita sia costituita al massimo da 100mila abitanti, così come indicato dal rapporto Agcom (l’autorità Garante sulla concorrenza e il mercato). Il testo della mozione ritorna anche sull’annosa questione delle quote di partecipazione in assemblea di ambito, denunciando il fatto che la ripartizione assegna un punteggio altissimo alle quantità di rifiuto che vengono trattati nei singoli comuni, conferendo di fatto la maggioranza assoluta in assemblea ai comuni sedi d’impianto, se si considera che 9 comuni su 109 partecipanti all’assemblea detengono il 68% delle quote di voto. “Tale meccanismo – si legge nella mozione - è in netto contrasto con l’allegato A dei principi fissati in materia di rifiuti dall’art. 4 direttiva CE n. 98/2008 e con l’art. 197 del D.Lgs 152/2006 e ss.mm.ii le quali prevedono una gerarchia che mette al primo posto la riduzione e la differenziazione del rifiuto e all’ultimo lo smaltimento”. “I motivi dello scarso funzionamento dell’assemblea – parla ancora l’assessore – vanno ricercati in questa assurda quantificazione delle quote di partecipazione, per cui il ruolo di tutti i piccoli comuni viene ridotto a quello di semplici auditori, dato che non hanno alcun potere di voto. C’è inoltre da chiedersi come un’assemblea che deve governare il ciclo dei rifiuti e che è di fatto ostaggio di comuni sedi di impianti di trattamento, discariche e inceneritori, con tutti i vantaggi economici che ne conseguono per gli stessi comuni, possa andare a invertire la tendenza e passare ad una gestione virtuosa attraverso le raccolte domiciliari e la massimizzazione delle percentuali di rifiuti differenziati”. Tra i punti chiave delle linee guida, la mozione sottolinea la necessità di revisione dei meccanismi di tariffazione con cui si impongono ai Comuni quantitativi minimi di conferimento agli impianti. “E’ evidente – conclude Camillo - che ci si riferisce alla convenzione del 2005 stipulata dall’allora Ato provinciale e Unieco, allora proprietaria dell’impianto di Strillaie, secondo cui i comuni della provincia sono obbligati a conferire 93.000 tonnellate di rifiuti indifferenziati all’anno all’impianto, pena aggravi dei costi di smaltimento proporzionali ai rifiuti non conferiti. Un altro tassello di questa lunga storia della gestione dei rifiuti in Toscana, dove si è sempre anteposto l’interesse delle aziende private del settore a quello dei cittadini. E’ arrivato il momento di cambiare rotta e non posso pensare che ancora il presidente Rossi e la sua giunta non ne siano consapevoli”. I promotori della mozione, inoltre, fanno sapere che la stessa è già stata inviata a tutti i comuni dell’Ato Toscana sud, per raggiungere il numero necessario (1/3 dei comuni componenti l’assemblea) a proporre le linee guida all’ordine del giorno dell’assemblea stessa, con conseguente discussione e votazione delle proposte”.

 

Villaggio di Natale raccontato attraverso l’account di Instagram della Regione Toscana

Soddisfazione per il Comune di Manciano e per tutti gli organizzatori del Villaggio di Natale 2016 che hanno visto la prima edizione dell’evento natalizio mancianese essere raccontato attraverso l’account Instagram turistico della Regione Toscana. “In mezzo ad una miriade di grandi eventi natalizi che ci sono sparsi in tutto il territorio regionale – parla l’assessore al Turismo del Comune di Manciano, Giulio Detti - siamo stati selezionati per avere accesso all’account Instragram di Visit Tuscany, grazie al quale possiamo raccontare il Villaggio, parlare di Manciano, creare una storia sul nostro paese e promuovere il territorio. Oggi (sabato 17 dicembre, ndr.) è toccato a noi, domani, domenica 18, alla città di Firenze. Una giornata di tramonti favolosi, di storie, di passione e di emozioni, che ci dà l’opportunità di fare il giro del mondo. Azioni di questo tipo, stimolano il turista a visitare con piacere il nostro borgo e a tornarci. Tutto passa attraverso la capacità di promuovere e dall’impegno quotidiano messo per raggiungere l’obiettivo”. Tante le iniziative che il Villaggio di Natale riserva a grandi e piccini per la giornata di domani domenica 18 dicembre. Domani mattina dalle 11 in piazza della Pace apertura chalet natalizio e parco gonfiabili e al Nuovo Cinema Moderno proiezione del cartone animato Walt Disney “Alice nel Paese delle Meraviglie”. Nel pomeriggio in via Marsala concerto natalizio della Filarmonica di Saturnia (dalle 15.00 alle 17.00), all’area spettacoli del cinema, performance natalizia di Sand Art dell’artista internazionale Fatmir Mura (durata 35 minuti, tre repliche ore 15.00 -16.00 -17.00) e proiezione film alle ore 18, “Fuga da Reuma Park” con Aldo, Giovanni e Giacomo. Alle Ex Stanze truccabimbi e palloncini con Cuoricina e Cuoco Pasticcio (dalle 14.30 alle 18.30). Apertura della biblioteca di Natale (dalle 14.30 alle 18.30). In piazza Garibaldi e Rocca spettacolo di video mapping 3D (dalle 16.30 alle 18.30 a ciclo continuo), Casa di babbo Natale (dalle 14.30 alle 18.30), apertura Museo di Preistoria (dalle 14.30 alle 18.30). In piazza della Rampa, all’area ristoro griglia, castagne, vin brulè e prodotti tipici mancianesi. Spettacoli ed intrattenimento musicale dalle 20 alle 23. Al nuovo Cinema Moderno proiezione del film “Natale a Londra” alle 21.30.

 

Il Villaggio di Natale fa il pieno

“Una domenica da record, chiude un fine settimana straordinario”. Queste sono le dichiarazioni dell’assessore alla Cultura del Comune di Manciano, Giulio Detti il quale commenta attraverso i numeri i biglietti strappati per l’ingresso alla prima edizione del Villaggio di Natale a Manciano. “Ben 1.041 ricevute totali – continua Detti - con una media per difetto di oltre 3mila ingressi paganti. Solo domenica 11 dicembre sono state scritte oltre 600 letterine a Babbo Natale. Numeri monstre. Neanche il più inguaribile degli ottimisti lo avrebbe previsto. Questo è stato l’evento del coraggio e della voglia di rischiare, componenti che non devono mai mancare nell'azione politica, con spettacoli innovativi e di grande impatto come le proiezioni sulla Rocca. Ed è stato anche l’evento dei mancianesi che si sono impegnati per mesi, hanno vissuto la Rocca creando una casa di Babbo Natale da sogno ed hanno messo l’anima per il proprio paese. Manciano aveva bisogno di un elettroshock e lo abbiamo dato. Già siamo al lavoro per migliorare gli aspetti logistici, perché il Villaggio di Natale dura fino all’8 gennaio e ci aspettano nuove sfide. Vedere contemporaneamente piazza della Pace, trenino, cinema, biblioteca, Stanze, piazza della Rampa, piazza Garibaldi e Rocca stracolmi nello stesso istante per me è sempre stato un sogno e la nostra amministrazione comunale è riuscita nell’intento”. L’appuntamento con la magia del Natale al Villaggio è per il prossimo weekend, 17 e 18 dicembre.   

 

Approvato il bilancio di previsione 2017

Nella seduta del consiglio comunale di ieri è stato approvato il bilancio di previsione 2017. “Dopo cinque anni di lavoro questo - commenta l’assessore al Bilancio Giulio Detti - siamo riusciti a raggiungere l’importante obiettivo di approvare il bilancio di previsione prima dell’inizio dell’esercizio finanziario successivo. In momenti difficili come questo, la celerità amministrativa è importante in quanto consente di rendere più snelli tutti i processi di investimento e i pagamenti ai fornitori. Il bilancio che abbiamo approvato – continua Detti - contiene tutte le operazioni virtuose su cui abbiamo lavorato in questi anni: riduzione delle spese di personale, riduzione dell’indebitamento dell’ente e rispetto degli equilibri. Questo bilancio è chiuso in sicurezza, garantendo tutte le risorse sul welfare, tema molto caro alla nostra amministrazione ed evitando aumenti di tasse. La cosa che più mi piace sottolineare - prosegue l’assessore Detti -  è quella di essere riusciti a creare un margine di manovra strutturale che consente di investire risorse in opere pubbliche anche in momenti di scarse entrate, grazie ad un lavoro eccezionale sul patto di stabilità. Posso affermare - conclude con soddisfazione l’assessore - che il Comune di Manciano ha un futuro roseo, fatto di solidità finanziaria e possibilità di investimenti. Questa è una bella eredità che lasceremo alla nuova amministrazione”. Sulla stessa linea si pone il sindaco del Comune di Manciano, Marco Galli il quale spiega che “approvare celermente il bilancio era un obiettivo a cui abbiamo sempre creduto e ci siamo riusciti, grazie ad un lavoro coordinato di tutti gli uffici. Aver raggiunto il pareggio senza aumentare le aliquote e garantendo tutte le riduzioni e il sostegno alle famiglie è davvero un bel risultato. Abbiamo amministrato in un momento difficile - conclude il sindaco Galli - ma siamo sempre riusciti a tenere i conti in ordine, garantendo stabilità e futuro all’ente”.

Villaggio di Natale: continua l’avventura con la Carica dei 101, mapping 3D e lettere a Babbo Natale

Il Villaggio di Natale animerà il borgo di Manciano domani, domenica 11 dicembre. Alle 11, in piazza della Pace, apertura chalet natalizio e parco gonfiabili e al Nuovo Cinema Moderno proiezione del cartone animato Walt Disney “La Carica dei 101”. Il pomeriggio nell’area spettacoli del cinema, performance “La Magia e i giochi di Natale” con gli artisti Pablo e Rudi (durata 45 minuti alle 15.30 e 17.45 intervallato con giochi di magia). Alle Ex Stanze truccabimbi e palloncini con Cuoricina e Cuoco Pasticcio (dalle 14.30 alle 18.30). Apertura della biblioteca di Natale (dalle 14.30 alle 18.30). In piazza Garibaldi e Rocca spettacolo di video mapping 3D (dalle 16.30 alle 18.30 a ciclo continuo), casa di babbo Natale (dalle 14.30 alle 18.30), apertura museo di preistoria (dalle 14.30 alle 18.30). La sera, in piazza della Rampa, nell’area ristoro con griglia, castagne, vin brulè e prodotti tipici mancianesi. Spettacoli ed intrattenimento musicale dalle 20 alle 23. Al cinema proiezione del film “Non c’è più religione” ore 21.30. “Dopo aver risposto personalmente a tutti i messaggi dei nostri visitatori (già oltre 2.000) – parla l’assessore alla Cultura del Comune di Manciano, Giulio Detti - e alle loro recensioni 76 totali con valutazione 4.7 su 5 stelle, di cui ben 68 a 5 stelle e solo 4 ad 1 stella, mi preme sottolineare come in questi giorni Manciano abbia cambiato volto ma soprattutto accolto la sua comunità in un’atmosfera diversa e piena di magia e attratto visitatori da fuori. Questi primi giorni dell’evento sono stati molto intensi e ricchi di soddisfazioni. Abbiamo rodato la macchina organizzativa, con impegno, dedizione e passione, ben consapevoli che bisogna sempre lavorare per crescere. Manciano è pronto ad offrire il suo lato migliore”. 

Subcategories

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Article Count:
    112