Avvisi

Indagine sul Reddito e Condizioni di Vita delle Famiglie (EU-SILC) - Anno 2021 - Comune di Manciano

Si informa che 17 famiglie residenti nel comune di Manciano parteciperanno all'Indagine sul Reddito e Condizioni di Vita delle Famiglie (EU-SILC), anno 2021.
Le famiglie saranno informate dell'indagine in oggetto a mezzo lettera del Presidente dell'ISTAT e con comunicazione a firma del Sindaco Mirco Morini.
Per ulteriori informazioni potete contattare i referenti di seguito indicati:
  • Ufficio Statistica Associato, costituito presso l'Unione dei Comuni Montani Colline del Fiora, referente: Chiara Fiorani  - Tel: 0564/616039 Int. 3 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;
  • Ufficio Anagrafe del Comune di Manciano, referente: Alessia Lombardi - Tel: 0564/625304 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;
  • Numero Verde gratuito 800.947.949 attivo dal Lunedì al Sabato dalle ore 09:00 alle ore 20:30 o consultare il sito internet dell'ISTAT

    https://www.istat.it/it/informazioni-e-servizi/per-i-rispondenti/elenco-delle-rilevazioni  

    selezionare dall'elenco delle rilevazioni "Condizioni economiche delle famiglie - Indagine: Reddito e Condizioni di Vita EU-SILC



Disposizioni sugli orari di conferimento dei rifiuti urbani ed assimilati per il periodo estivo

Si ricorda che il 15 Giugno è entrata in vigore l'ordinanza N. 11 del 06/06/2018

L'ordinanza dispone a tutte le utenze domestiche e non domestiche, nonché a tutti gli operatori commerciali ed esercenti attività imprenditoriali in genere, a conferire i rifiuti urbani indifferenziati e differenziati (in particolare: carta e cartone – vetro, plastica e lattine – organico) negli appositi contenitori stradali dei centri urbani del territorio comunale, nelle forme e modalità precisate all’art. 8 del vigente “Regolamento di Igiene Urbana” e nel rispetto della seguente fascia oraria:

  • dalle ore 18:00 del giorno precedente la raccolta alle ore 08:00 del giorno successivo, per il periodo compreso tra il 15 giugno e il 30 settembre di ogni anno solare (estremi compresi).

 L'ordinanza, altresì,  avverte i Soggetti interessati che l’accertata violazione alle disposizioni contenute nel presente provvedimento comporta l’applicazione, nei confronti dei trasgressori individuati, della sanzione amministrativa pecuniaria ex art. 7 bis del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267, da un minimo di € 25,00 ad un massimo di € 500,00 e con le procedure sanzionatorie previste dalla Legge n. 689 del 24/11/1981 e s.m.i.., fatte salve le più gravi sanzioni disposte dall’art. 650 del Codice Penale per l’inosservanza di un provvedimento legalmente emesso dall’Autorità competente.

Sospensione temporanea erogazione acqua

MANCIANO – Martedì 30 marzo dalle 8 alle 13.30 temporanea sospensione dell’erogazione di acqua alle utenze situate nelle località Acqua Calda, Pergolacce, Montecavallo, Selva Piana, Montenerino, Montenero, La Stellata, i Monti, Termine e Pastorello. Il flusso idrico tornerà regolare, salvo imprevisti, alle 13.30 del giorno stesso.

temporanea sospensione dell’erogazione di acqua zona Saturnia

Lunedì 3 maggio dalle 13 alle 20 temporanea sospensione dell’erogazione di acqua nel centro abitato di Saturnia e nelle località Peschiere, Pian di Cataverna, Follonata, Il Basso e Sterpeti. Il flusso idrico tornerà regolare, salvo imprevisti, alle 20 del giorno stesso.

Divieto di abbruciamento

Periodo a rischio di incendio dal 20 al 31 marzo 2021:
divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali su tutto il territorio regionale.

Con l'entrata in vigore delle modifiche al regolamento forestale (d.p.g.r. 8 agosto 2003, n. 48/R) che si è adeguato alla normativa nazionale (estratto D.lgs.152/2006), non esistono più deroghe legate a fasce orarie o distanze dal bosco negli abbruciamenti di residui vegetali agricoli e forestali.

Qualsiasi tipo di abbruciamento è vietato per tutto il periodo a rischio incendi

La Regione Toscana potrà stabilire di prolungare il periodo di divieto assoluto, oltre la data del 31 marzo, in base all'indice di pericolosità per lo sviluppo degli incendi boschivi, con un’eventuale estensione del periodo di divieto che potrà essere disposta anche per singolo territorio comunale.

Accensione fuochi nei boschi

Periodo a rischio di incendio (20-31 marzo)

È vietata qualsiasi accensione di fuochi, ad esclusione della cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze e all'interno delle aree attrezzate. Anche in questi casi vanno comunque osservate le prescrizioni del regolamento forestale.

La mancata osservanza dei divieti, comporta l'applicazione delle sanzioni previste dalle vigenti disposizioni in materia.


Per maggiori informazioni visita il portale della Regione Toscana