Notizie

Seleziona un argomento dalla lista seguente, e dopo scegli un articolo da leggere.

Sindaco Morini: “Vicino alle imprese piegate dal maltempo”

La Giunta comunale di Manciano ha deliberato che sussistono i presupposti per richiedere la dichiarazione dello stato di calamità naturale sul territorio comunale, a causa delle eccezionali gelate avvenute nei giorni 7 e 8 aprile 2021, che hanno creato ingenti danni al comparto agricolo compromettendo di fatto il raccolto dell’anno solare in corso. “Abbiamo presentato – spiega il sindaco di Manciano Mirco Morini – agli enti e agli organi competenti la richiesta di dichiarazione dello stato di calamità e ogni eventuale richiesta di rimborso per i danni che le aziende hanno subito a seguito degli eccezionali eventi climatici. Questo provvedimento non comporta impegni economici a carico dell’ente ma dà la possibilità alle imprese di ricevere un risarcimento. Lo scorso 7 e 8 aprile anche il territorio di Manciano è stato, infatti, interessato da questo brusco abbassamento delle temperature, con picchi sotto allo zero, evento che ha messo in ginocchio il comparto agricolo danneggiando le fioriture di frutteti, viti e ortaggi e rischiando la compromissione della produzione cerealicola e compromettendo di fatto il raccolto dell’anno solare in corso. Grazie all’impegno delle associazioni di categoria che si sono da subito fatte carico della situazione, anche la nostra amministrazione ha voluto dare un segno di vicinanza e solidarietà al comparto agricolo, già in difficoltà anche a causa dell’emergenza da Covid-19 tuttora in corso”.

Proroga accensione impianti di riscaldamento fino al 30 aprile

Considerata l’attuale situazione climatica, che ha comportato temperature sotto alla media stagionale, già a partire dalla metà del mese di marzo, con previsione di nuovi abbassamenti della temperatura da questa settimana, il sindaco di Manciano Mirco Morini ha firmato un’ordinanza per la proroga di accensione degli impianti di riscaldamento fino al 30 aprile 2021. È possibile quindi mantenere accesi i termosifoni in tutto il territorio comunale fino al 30 aprile, per una durata massima di 7 ore giornaliere con attivazione compresa dalle ore 5 alle ore 23 di ciascun giorno. “Invito la cittadinanza – afferma Morini – a limitare l’accensione alle ore più fredde, ricordando l’obbligo di legge di non superare la temperatura di 18 gradi centigradi (più 2 gradi di tolleranza) per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili e di 20 gradi (più 2 gradi di tolleranza) per tutti gli altri edifici. Faccio appello al senso di responsabilità affinché si persegua con oculatezza ogni possibile provvedimento atto al contenimento dei consumi energetici, compresa l’ulteriore riduzione delle ore di accensione in caso di eventuale miglioramento delle condizioni climatiche”.

Numero Unico emergenze Europeo 112, Luca Giorgi: “Scaricare l’app e campagna cartacea per gli anziani”

Da martedì 20 aprile anche per il distretto telefonico della provincia di Grosseto entrerà in funzione il numero unico europeo per le emergenze 112. “Il numero unico europeo 112 – spiega il consigliere comunale delegato alla Sanità, Luca Giorgi - andrà a sostituire i vecchi numeri per le emergenze (118; 115; 112; 113). Ogni cittadino del nostro comune quando avrà bisogno di contattare un numero di emergenza per motivi di soccorso sanitario, incendio, incidente o reati dovrà digitare il nuovo e unico numero 112. Risponderanno gli operatori dalla Centrale Unica Regionale (Cur) con sede a Firenze che processeranno immediatamente la chiamata di emergenza e la gireranno alla centrale di secondo livello (le ex centrali 118; 115; 112; 113 locali che sono sui nostri territori provinciali) in base alla tipologia di soccorso richiesto. Le persone che chiameranno il 112 saranno subito geolocalizzate. Visto che - continua Giorgi - come tutte le novità dovremmo prenderci un po’ di confidenza, invito tutti i cittadini, qualora dovessero effettuare una chiamata di emergenza, a dichiarare al centralinista subito il nome e cognome, la località da cui chiama e l’indirizzo di residenza. Oltre a questo, esorto tutti i cittadini possessori di smartphone a scaricare l’app “112 Where ARE U” con la quale è possibile effettuare una chiamata di emergenza immediata ed essere subito individuati e geolocalizzati. Inoltre, l’applicazione funziona anche in assenza di segnale, con la trasmissione di un sms che indica le coordinate geografiche precise di dove ci troviamo. In questa fase, chiunque comporrà i ‘vecchi’ numero sarà automaticamente dirottato sulla nuova linea telefonica. A seguito di questa novità̀ che vedrà cambiare il panorama dei numeri di emergenza, avvierò una campagna divulgativa, composta da semplici e chiari volantini rivolta alla popolazione più anziana che non possiede smartphone e non ha dimestichezza con tali strumenti. I volantini saranno distribuiti dal personale del Comune in tutte le frazioni, oltre che porta a porta, anche nei locali come bar e negozi di alimentari”. Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare i seguenti link: https://www.regione.toscana.it/-/il-numero-unico-di-emergenza-112 oppure  https://112.gov.it/l-app/.

Piattaforma Cascate del Mulino, team di sviluppo: “Stress test alle 19, serve la collaborazione di tutti”

In riferimento al progetto di gestione dei flussi delle Cascate del Mulino, il team di sviluppo dà qualche informazione in più sul metodo degli accessi. “In circa due giorni, dopo il lancio – spiegano i programmatori - abbiamo rilevato un numero di prenotazioni/transazioni (per questa fase non valide) che hanno superato le 3mila unità, i semplici accessi alla piattaforma sono stati circa 5mila. Era necessario (e lo sarà ancora) testare sul campo la piattaforma, in quanto le simulazioni che in questi casi vengono effettuate dai tecnici, non danno la visione completa delle eventuali problematiche di carico e congestione che potrebbero verificarsi sui sistemi in un ambiente di produzione (per esempio come è successo al sito dell’Inps lo scorso marzo per la richiesta dei ristori). Siamo ricorsi all’escamotage di disabilitare sia la validazione dell’indirizzo email che dei meccanismi anti-incetta, a cui si fa riferimento nella clip, proprio per stimolare il massimo traffico a fini di test. Ci dispiace che questa notizia non sia stata recepita da qualcuno, bastava un po’ di attenzione nel seguire la clip e leggere meglio il popup iniziale. Gli accessi si sono concentrati nel territorio ma c’è una rilevante percentuale di accessi da tutta Italia, segno che la notizia si stia correttamente diffondendo. La piattaforma rimarrà in questo stato (release candidate) fino a nuova comunicazione così da permetterci di monitorarne il comportamento e perfezionare e risolvere gli eventuali bug che dovessero presentarsi. Abbiamo bisogno ancora della vostra collaborazione per eseguire uno stress test: stasera alle 19 collegatevi e fate quante più prenotazioni potete (https://voucher.mancianopromozione.it) anche con indirizzi di posta fittizi, per esempio potete usare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ”.

Ondata di gelo, l’amministrazione Morini al fianco del mondo agricolo

L’amministrazione comunale di Manciano esprime vicinanza a tutto il settore agricolo per i danni causati dalla straordinaria gelata del 7 e dell’8 aprile scorso. L’assessorato all’Agricoltura del Comune di Manciano invita la categoria a richiedere alla Regione Toscana il riconoscimento di calamità naturale per l’eccezionale evento, che ha interessato anche il nostro territorio, unitamente alle associazioni di categoria locali. L’amministrazione comunale sta predisponendo una delibera di Giunta per questa richiesta. L’ondata di gelo ha interessato tutte le colture: ortaggi, frutti, viti e ci saranno ripercussioni anche sul raccolto dei cereali e sulle sementi. Le aziende agricole stanno dunque vivendo una situazione difficile ed è per questo che la Giunta Morini esprime la propria solidarietà a tutte le realtà economiche coinvolte. Come spiegano le associazioni di categorie, il riconoscimento dello stato di calamità naturale ha come obiettivo di consentire, oltre a un ristoro, la proroga delle scadenze delle rate delle operazioni di credito agrario, di esercizio, di miglioramento e di credito ordinario e l'esonero parziale del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali.  

Sottocategorie

  • Ultime
    Le ultime notizie dal Comune di Manciano
    Conteggio articoli:
    135